Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Non un qualsiasi giorno dei sette

    Dio ha creato il mondo in sei giorni letterali, e nel 7° giorno letterale, Egli si riposò da ogni opera che Lui aveva fatta. Così, Egli ha dato all’uomo sei giorni in cui lavorare. Ma santificò il giorno in cui Egli si riposò e lo diede all’uomo per essere osservato affinché lo si conservasse libero da ogni lavoro secolare. Nel mettere da parte il Sabato, il Signore diede all’uomo un memoriale. Egli non mise da parte un giorno qualsiasi dei sette, ma un giorno particolare, il settimo giorno. Osservando il sabato, noi dimostriamo di riconoscere Dio come l’Iddio vivente, il Creatore dei cieli e della terra.TMGI 109.6

    L’osservanza di questo giorno non si limita ad una classe particolare di persone. Questo giorno è stato dato a tutto il genere umano. Questo giorno non lo si deve trascorrere nell’indolenza ma nella contemplazione delle opere di Dio. Gli uomini osserveranno quel giorno affinché riconoscono che io sono il SIGNORE che li santifico. (Ezechiele 20:12) Il Signore si avvicina molto al Suo popolo nel giorno che Lui ha benedetto e santificato.TMGI 109.7

    I cieli raccontano la gloria di Dio e il firmamento annunzia l ', opera delle sue mani. Un giorno rivolge parole all ', altro, una notte comunica conoscenza all ', altra.TMGI 110.1

    Salmo 19:1,2TMGI 110.2

    II sabato è il memoriale di Dio, che indica agli uomini il loro Creatore, Colui che ha fatto il mondo e tutte le cose che vi sono in esso. Nelle colline eterne, negli alberi maestosi, in ogni germoglio che si apre e in ogni fiore che fiorisce, si può contemplare l’opera del grande Artista. Tutto ci parla di Dio e della Sua gloria.TMGI 110.3

    Ogni fedele figlio del Signore cercherà di conoscere la Verità. Giovanni ha presentato la Verità così chiaramente che ogni bambino è in grado di comprendere.TMGI 110.4

    Se voi mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro consolatore, perché stia con voi per sempre, lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce.TMGI 110.5

    Sceglieremo d’essere classificati tra quelli che non discernono la verità, che sono così accecati dal potere ingannevole del nemico che i loro occhi non vedono Colui che è la stessa immagine della sussistenza del Padre?TMGI 110.6

    I seguaci di Cristo appartengono completamente a un’altra classe.TMGI 110.7

    Voi lo conoscete, perché dimora con voi, e sarà in voi. Non vi lascerò orfani; tornerò da voi. Ancora un po, e il mondo non mi vedrà più; ma voi mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete.TMGI 110.8

    Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io lo amerò e mi manifesterò a lui.TMGI 110.9

    Giovanni 14:15-19,21TMGI 110.10

    Se uno mi ama, osserverà la mia parola; e il Padre mio l ', amerà, e noi verremo da lui e dimoreremo presso di lui. Chi non mi ama non osserva le mie parole; e la parola che voi udite non è mia, ma è del Padre che mi ha mandato.TMGI 110.11

    Giovanni 14:23,24TMGI 110.12

    La parola di un essere umano non deve essere ricevuta e creduta senza porre nessuna domanda. Prima dobbiamo chiederci: Essi parlano in armonia con la Parola? Rifiutano un semplice: “Così dice il Signore” perché vedono che questo implica la croce?TMGI 110.13

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents