Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Il presidente della Conferenza Generale pubblica le Testimonianze

    L’influenza dei metodi egoistici e l’esercizio di “potere regale” — come fu definito da Ellen G. White — risultò contagioso. Il pastore Olsen, presidente della Conferenza Generale sperava di poter arrestare questa malvagia influenza, mise a disposizione dei ministri della chiesa molti messaggi di consiglio, che lui stesso aveva ricevuto come anche altri dirigenti di Battle Creek nel corso di quel periodo tanto critico. Questi messaggi sono stati pubblicati in opuscoli e inviati come istruzioni speciali ai ministri e agli operai. Questi erano spesso preceduti da una fervente dichiarazione firmata dallo stesso presidente della Conferenza Generale o dal Comitato Direttivo. Nell’introduzione del pastore Olsen nel secondo di questi opuscoli numerate (1892) scrive:TMGI 16.6

    “E nostro dovere inviarvi alcune selezioni degli scritti recenti della sorella E. G. White, che non sono stati ancora pubblicati, come anche per richiamare la vostra attenzione su alcuni estratti molto importanti già precedentemente pubblicati. Facciamo questo con lo scopo di portare a vostra conoscenza la verità contenuta in questi messaggi. Questi opuscoli sono degni della più alta considerazione. . . .TMGI 17.1

    “Per più di tre anni lo Spirito di Dio ha fatto appello ai nostri ministri e ai fratelli, affinché si liberino del loro manto di ipocrisia e cerchino la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo. Ma, oh, come lenti ed esitanti siamo stati. La testimonianza e le preghiere ferventi dello Spirito di Dio, non hanno trovato risposta nel nostro cuore, che secondo il desiderio di Dio sarebbe dovuto accadere. In alcuni casi, ci siamo sentiti liberi di criticare la testimonianza e gli avvertimenti inviati da Dio per il nostro bene. Questa è una cosa molto seria. Qual è stato il risultato? I nostri cuori si sono raffreddati, le nostre anime sono diventate sterili spiritualmente, il che è veramente allarmante.TMGI 17.2

    “Non è forse arrivato il momento di alzare la voce e dare l’allarme? Non è forse il tempo che ciascuno di noi si domandi.. Sono io, Signore?TMGI 17.3

    “Nella testimonianza presentata, si torna a segnalare i pericoli, in modo tale che non possiamo non averli compresa. La domanda che sorge è: prendiamo sul serio i consigli di Dio e li cerchiamo con tutto il cuore, o prendiamo questi avvertimenti con negligenza e indifferenza come lo abbiamo fatto in passato? Dio parla seriamente con noi, e non dobbiamo essere lenti nel rispondere”.TMGI 17.4

    Nel sesto opuscolo, (22 novembre 1896) il pastore Olsen scrive le seguenti parole introduttive:TMGI 17.5

    “Negli ultimi mesi, ho ricevuto un certo numero di lettere da parte della Sr. E.G. White, con delle preziose istruzioni sia indirizzate a me personalmente sia per i nostri operai; sapendo che gli operai relazionati alla causa della Verità presente, beneficeranno personalmente di questi consigli nel loro lavoro. Ho raccolto tutte queste istruzioni e li ho pubblicati a loro vantaggio. Non è necessario che gli chieda di studiarli con attenzione e devozione, perché so che lo faranno”.TMGI 17.6

    Non era compito facile per Ellen G. White scrivere tali messaggi con rimproveri e ammonizioni, non era nemmeno facile per i destinatari accettarli come anche applicarli nella loro esperienza personale e decidersi a fare le riforme che gli venivano richieste.TMGI 18.1

    Questi messaggi sono stati pubblicati nella decade iniziata nel 1890 dal presidente del Comitato della Conferenza Generale sotto forma di volantini, affinché tutti i ministri potessero essere avvertiti. Poi, tutto questo materiale è stato ristampato nel 1923 nel volume “Testimonianze per i ministri”, affinché tutti i pastori e gli amministratori avventisti fossero informati sui pericoli che avrebbero potuto danneggiare seriamente gli interessi dell’opera di Dio.TMGI 18.2

    Ellen G. White non ha implicato tutti i ministri o amministratori in questo messaggio di rimprovero. “Il mio cuore gioisce — scrisse — per coloro che camminano in umiltà di spirito, che amano Dio e lo temono. Loro possiedono un potere molto più prezioso dell’apprendimento e dell’eloquenza”. Pag. 161.TMGI 18.3

    Gli articoli di questo volume, parlano qua e là di “alcuni” che si sono sviati, che “alcuni” non hanno risposto ai messaggi d’avvertimento che il Signore ha mandato. I consigli d’avvertimento contro l ', esercizio del “potere regale” e dell’autorità, i consigli che si riferiscono all ', uomo che non deve cercare nei suoi simili le direttive e l’orientamento in ogni dettaglio della sua opera, poiché essi sono scrupolosamente equilibrati nei consigli riguardanti l’indipendenza dello spirito e dell’azione, come registrato nelle pagine 314-316. Si afferma che i presidenti dei campi locali avrebbero dovuto ricevere l’appoggio e la conferma dei loro collaboratori. Lo troviamo scritto nelle pagine 327 e 328.TMGI 18.4

    Questo è l’ambito storico della decade iniziata nel 1890 e il motivo dei messaggi che troviamo in Testimonies to Ministers.TMGI 18.5

    Questo è il quadro delle condizioni che peggioravano di mese in mese, di anno in anno, in misura che la Chiesa Avventista avanzava nella realizzazione di un programma ogni volta sempre più ampio di evangelizzazione, di sviluppo istituzionale e di avanzamento missionario, verso la fine del secolo scorso.TMGI 18.6

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents