Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Tutti devono fare il loro dovere

    Versate tutte le decime e portatele nella casa del Signore. Il nuovo anno deve iniziare in modo tale che il vostro comportamento con Dio sia onesto. Coloro che hanno trattenuto le loro decime devono inviarle prima che termini l’anno 1896, affinché possano star bene con Dio e mai più correre il rischio d’essere maledetti da Dio. Presidenti di Associazioni, fate il vostro dovere; non pronunciate le vostre parole, ma un semplice “Così dice il Signore”. Anziani di chiesa, fate il vostro dovere, lavorate di casa in casa affinché il gregge del Signore sia fedele su questo tema, perché questo implica benedizioni o maledizioni.TMGI 232.5

    Tutti quelli che temono Dio collaborino col Signore, e si dimostrino degli amministratori fedeli. La Verità deve andare avanti in tutto il mondo. Mi è stato mostrato che molti nelle nostre chiese stanno derubando Dio nelle decime e nelle offerte. Il Signore compirà su di loro quello che ha dichiarato. Agli ubbidienti darà ricche benedizioni, ai trasgressori la maledizione. Ogni uomo che porta il messaggio della Verità alle nostre chiese, deve farlo allo scopo di avvertire, di riprendere, di educare. Qualsiasi negligenza riguardo a questo dovere, equivale a rubare a Dio, e implica una maledizione nei confronti del colpevole. Il Signore non riterrà innocente quelli che sono negligenti nel fare l’opera che lui richiede, cioè vigilare affinché la chiesa si mantenga spiritualmente sana e compia il suo dovere completamente e non permettere che nessuna negligenza arrechi sul popolo la maledizione che lo minaccia. Una maledizione è pronunciate su tutti quelli che si rifiutano di restituire la decima che appartiene a Dio. Egli dice:TMGI 232.6

    Fin dal tempo dei vostri padri voi vi siete allontanati dai miei precetti e non li avete osservati. Tornate a me e io tornerò a voi, dice il SIGNORE degli eserciti. Ma voi dite: In che modo dobbiamo tornare? L ', uomo può forse derubare Dio? Eppure voi mi derubate. Ma voi dite: In che cosa ti abbiamo derubato? Nelle decime e nelle offerte. Voi siete colpiti da maledizione, perché mi derubate, voi, tutta quanta la nazione! Portate tutte le decime alla casa del tesoro, perché ci sia cibo nella mia casa.TMGI 233.1

    Malachia 3:7-10TMGI 233.2

    Questo non lo chiede un uomo; è un ordine di Dio, per mezzo del quale si può sostenere la sua opera e promuovere il suo progresso nel mondo. Dio ci aiuta a pentirci. “Tornate a me — dice il Signore — ed io ritornerò a voi”. Gli uomini che vogliono compiere il loro dovere, lo troveranno espresso con chiarezza in questo capitolo. Nessuno può avanzare scuse per non restituire la sua decima e dare le sue offerte all’Altissimo.TMGI 233.3

    Il Signore elargisce i Suoi doni in abbondanza. Perchè ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.TMGI 233.4

    Ogni benedizione che riceviamo ci viene da Gesù Cristo. Perciò non dobbiamo forse fare il nostro dovere verso Dio dal quale dipendiamo per ogni cosa, sia per la salute, sia per la vita, sia per ricevere benedizioni sulle nostre messi e la coltivazione dei campi, sia per i nostri allevamenti di bestiame e le nostre vigne? Possiamo essere certi che se restituiamo il dovuto alla tesoreria del Signore, riceveremo indietro tutto quanto, ma se tratteniamo il nostro denaro, Lui fermerà le sue benedizioni e invierà la maledizione sugli infedeli.TMGI 233.5

    Il Signore ha detto:TMGI 233.6

    ...mettetemi alla prova in questo vedrete se io non vi aprirò le cateratte del cielo e non riverserò su di voi tanta benedizione che non vi sia più dove riporla.TMGI 233.7

    Quale meravigliosa esposizione di promesse ci sta dando il Signore! Con una simile promessa chi oserà derubare Dio nelle decime?TMGI 233.8

    Per amor vostro, io minaccerò l ', insetto divoratore affinché esso non distrugga più i frutti del vostro suolo, la vostra vigna non sarà più infruttuosa nella campagna, dice il SIGNORE degli eserciti.TMGI 233.9

    Malachia 3:10-12TMGI 233.10

    Un altro anno sta per passare all’eternità, col suo cumulo di ricordi. Guardiamo all’anno scorso e se non abbiamo compiuto volontariamente tutto il nostro dovere con tutto il cuore per il Signore, cominciamo quest’anno nuovo disposti a registrare e a rivelare la nostra fedeltà a Dio.TMGI 233.11

    Per ulteriori approfondimenti: Testimonies, vol.3.pp. 381-413; vol.4, pp. 462-476, pp. 148157, 267-277, 281-285; vol. 6, pp. 135,215TMGI 234.1

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents