Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    La necessità di un’educazione religiosa

    Cristo, nostro Avvocato davanti al Padre, sa come simpatizzare con ogni anima. A quelli che lo ricevono come personale Salvatore, dà il potere di diventare figli e figlie di Dio. La Sua vita senza peccato, ci ha preparato la via. Attraverso Cristo si manifesta l’entrata nel luogo santissimo.TMGI 358.11

    Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.TMGI 359.1

    Giovanni 3:16TMGI 359.2

    Chi ha ricevuto la sua testimonianza ha confermato che Dio è veritiero. Perché colui che Dio ha mandato dice le parole di Dio; Dio infatti non dà lo Spirito con misura. Il Padre ama il Figlio, e gli ha dato ogni cosa in mano. Chi crede nel Figlio ha vita eterna, chi invece rifiuta di credere al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio rimane su di lui.TMGI 359.3

    Giovanni 3:33-36TMGI 359.4

    Tutti coloro che prendono parte all’opera di Gesù Cristo necessitano grandemente di un’educazione religiosa. Devono essere collaboratori di Dio impegnandosi in un’opera sacra e solenne. Tutti devono avere un’esperienza personale come alunni del Grande Maestro: una comunione individuale con Dio. Dobbiamo ricevere una nuova vita e questa vita deve essere nutrita dallo Spirito Santo. Quando vi è un’unione spirituale con il Signore Gesù, il nostro cuore sarà rinnovato. Lui sarà la guida e si svilupperà nella vita una crescente comunione con Cristo. Gesù è la nostra unica speranza. Possiamo contemplarlo: è il nostro Salvatore. Possiamo confidare nella sua parola e dipendere da Lui. Lui conosce esattamente i nostri bisogni, e possiamo confidare sicuramente in Lui. Se invece dipendiamo unicamente dalla sapienza umana, ci troviamo dalla parte dei perdenti. Ma possiamo rivolgerci direttamente a Gesù, perché Egli ha detto:TMGI 359.5

    Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre.TMGI 359.6

    Matteo 11:28,29TMGI 359.7

    Abbiamo il privilegio d’imparare da Colui che disse:TMGI 359.8

    Se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo, e bevete il suo sangue, non avrete vita in voi.TMGI 359.9

    Noi abbiamo la possibilità di presentare le nostre richieste all’udienza divina. Nulla ci impedisce di offrire le nostre suppliche nel nome di Gesù Cristo, credendo con fede incrollabile che Dio ci ascolta e che ci risponderà. Senza esitare portiamo le nostre difficoltà a Dio umiliando i nostri cuori davanti a Lui. C’è una grande opera da fare; e benché abbiamo il privilegio di riunirci per consultarci vicendevolmente, dobbiamo essere ben sicuri, che in ogni problema che abbiamo, noi riceveremo il consiglio di Dio, perché Lui mai ci svierà dalla retta via. Non dobbiamo fare della carne il nostro braccio. Se lo faremo, dipendendo maggiormente dall’aiuto e dall’orientamento umano, l’incredulità s’infiltrerà tra noi e la nostra fede morirà.TMGI 359.10

    Spesso ricevo lettere di persone che mi parlano dei loro problemi e delle loro perplessità, e mi chiedono di consultare Dio, riguardo al loro dovere. A coloro riguardo ai quali il Signore non mi ha dato nessuna luce, ho risposto: non sono stata autorizzata da Dio per fare l’opera che lei mi chiede. Il Signore Gesù la invita a portare le sue difficoltà direttamente a Colui che comprende ogni circostanza della vita.TMGI 360.1

    Perciò vi dico: tutte le cose che voi domanderete pregando, credete che le avete ricevute, e voi le otterrete. Quando vi mettete a pregare, se avete qualcosa contro qualcuno, perdonate; affinché il Padre vostro, che è nei cieli vi perdoni le vostre colpe. Ma se voi non perdonate, neppure il Padre vostro che è nei cieli perdonerà le vostre colpe.TMGI 360.2

    Marco 11:24,25,26TMGI 360.3

    Io non posso disonorare il mio Dio incoraggiando la gente a venire da me per avere consiglio, quando essi hanno un invito speciale per andare a Colui che è in grado di portare tutti i loro fardelli.TMGI 360.4

    È scritto nei profeti: TMGI 360.5

    Saranno tutti istruiti da Dio.TMGI 360.6

    Ogni uomo che ha udito e imparato dal Padre, viene a me. Non che alcuno abbia visto il Padre, se non colui che è da Dio; questi ha visto il Padre. In verità, in verità vi dico: chi crede in me ha vita eterna. Io sono il pane della vita. I vostri padri mangiarono la manna nel deserto e morirono. Questo è il pane che discende dal cielo, affinché chi ne mangia non muoia. Io sono il pane vivente, che è disceso dal cielo; se uno mangia di questo pane vivrà in eterno; e il pane che io darò è la mia carne, per la vita del mondo.TMGI 360.7

    Giovanni 6:45-51TMGI 360.8

    Dio si occupa di ognuno di noi individualmente, e dà a ciascuno il proprio compito. Tutti devono essere istruiti dal Signore. Per mezzo della grazia di Cristo ogni anima deve agire per la propria giustizia, mantenendo una stretta relazione vivente col Padre e il Figlio. Questa è un’esperienza vera d’inestimabile valore.TMGI 360.9

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents