Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    CAPITOLO 2—AMMONIZIONI FEDELI E FERVENTI Il Pericolo di Rifiutare la Verità

    Cooranbong, Australia, 30 maggio 1896.TMGI 56.1

    Caro FratelloTMGI 56.2

    Sono rientrata dalla riunione di preghiera. Lo Spirito d’intercessione è sceso su di me e ho potuto pregare molto per le anime di Battle Creek. Conosco la loro situazione pericolosa. Lo Spirito di Dio mi ha spinto a pregare in loro favore.TMGI 56.3

    Il Signore non è l’autore del peccato. Nessuno deve avere paura d’essere considerato singolare se il compimento del dovere lo esige. Se evitare il peccato è una rarità, allora la nostra singolarità si trova nella distinzione tra purezza e impurità, tra giustizia e ingiustizia. E poiché le moltitudini preferiscono il sentiero della trasgressione, dobbiamo scegliere la stessa cosa? Possiamo dire insieme alla Scrittura: Non andare dietro alla folla per fare il male. (Esodo 23:2)TMGI 56.4

    La nostra posizione deve essere chiara:... quanto a me e alla mia casa, serviremo l’ETERNO. (Giosuè 24:15)TMGI 56.5

    Nel principio era la Parola, la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. Essa era nel principio con Dio. Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta. In lei era la vita, e la vita era la luce degli uomini. La luce splende nelle tenebre, e le tenebre non l: This ', hanno sopraffatta.TMGI 56.6

    Giovanni 1: 1-5TMGI 56.7

    E la Parola è diventata carne e ha abitato per un tempo fra di noi… (e noiTMGI 56.8

    vedemmo la Sua gloria, la stessa gloria, quella dell’Unigenito del Padre), piena di grazia e di verità.TMGI 56.9

    Giovanni 1:14TMGI 56.10

    Chiunque è registrato nel registro di chiesa potrebbe pronunciare con tutto il cuore queste parole. I membri di chiesa devono sapere per esperienza personale ciò che lo Spirito Santo fa e farà per loro. Le benedizioni ricevute li renderanno benedetti. È una cosa triste sapere che le anime non pregano per ricevere il soffio vitale dello Spirito, poiché se non riceviamo questo soffio saremo sul punto di morire.TMGI 56.11

    Dobbiamo pregare per ricevere lo Spirito quale rimedio contro il peccato e per le anime malate dal peccato. La chiesa ha bisogno di essere convertita, e come suoi rappresentanti, non dobbiamo forse prostrarci davanti al trono della grazia col cuore rotto e lo spirito contrito ed elevare ferventi suppliche, affinché lo Spirito Santo sia effuso sopra di noi? Preghiamo dunque il Signore, affinché i nostri freddi cuori rivivano per avere discernimento, per comprendere che tutto procede da lui e per poter ricevere lo Spirito con gioia. Alcuni trattano lo Spirito come un ospite sgradito, rifiutandosi di ricevere il dono prezioso, rifiutandosi di riconoscerlo, volgendosi contro di esso, e condannandolo come fanatismo.* (pagina 64)TMGI 57.1

    Quando lo Spirito Santo opera nell’uomo, non chiediamoci in che modo esso agisce. Spesso agisce in modo inaspettato. Cristo non è venuto sulla terra nel modo come gli Ebrei si aspettavano. Non venne per glorificare Israele come nazione. Egli è venuto come un precursore per preparare la via davanti a Lui, invitando il popolo a pentirsi dei propri peccati, per convertirsi e per ricevere il battesimo. Il messaggio di Cristo è:TMGI 57.2

    Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; ravvedetevi e credete al vangelo.TMGI 57.3

    Marco 1:15TMGI 57.4

    I giudei si rifiutarono di ricevere Cristo, perché Egli non venne nel modo in cui si aspettavano. Le idee di uomini limitati furono considerate infallibili, perché erano molto antiche.TMGI 57.5

    Questo è il pericolo a cui la chiesa è esposta ora, cioè, che le invenzioni umane limitate segnalano il modo preciso in cui deve venire lo Spirito Santo. Benché non vogliono riconoscerlo, alcuni l’hanno già fatto. E poiché lo Spirito viene, non per lodare gli uomini o per sostenere le loro teorie erronee, ma per convincere il mondo di peccato, di giustizia e di giudizio, molti si separano da lui. Non sono disposti a spogliarsi delle vesti della loro giustizia. Non sono disposti a cambiare la loro giustizia per accettare la giustizia di Cristo, la quale è la pura Verità. Lo Spirito del Signore non lusinga nessun uomo, perché egli non agisce secondo i pensieri dell’uomo. Gli uomini limitati e peccatori, non devono maneggiare lo Spirito di Dio. Ad ogni rimprovero che avviene per mezzo di qualsiasi agente umano scelto da Dio, l’uomo deve ascoltarlo e obbedire alla sua voce.TMGI 57.6

    Gli articoli in questa sezione sono tratte da Testimonianze speciali alla Chiesa di Battle Creek (1896) pagine 3-18.TMGI 57.7

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents