Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Principi di educazione cristiana

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    La preghiera, una necessità

    Vivere così della Parola di Dio significa una resa totale della nostra vita al Signore. Proveremo, allora, un costante senso di bisogno e di dipendenza, un’incessante aspirazione del cuore che si eleva verso di lui. La preghiera è una necessità, perché è la vita dell’anima. In famiglia e in pubblico, essa ha il suo posto, però è la comunione segreta con Dio che sostiene la vita dell’anima.PEC 150.3

    Mosè, sul monte con Dio, vide il modello di quel meraviglioso edificio che doveva essere abitacolo della gloria divina. Ed è sul monte con Dio, nel segreto luogo di comunione, che noi dobbiamo contemplare il glorioso ideale stabilito da lui per l’umanità. Potremo così erigere l’edificio del nostro carattere affinché per noi si adempia la promessa: “Abiterò e camminerò in mezzo a loro, sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo”. 2 Corinzi 6:16.PEC 150.4

    Fu durante le ore di solitaria preghiera che Gesù ricevette saggezza e potenza. Incoraggiate i giovani a seguirne l’ esempio, cercando all’alba e al tramonto, un luogo quieto per mettersi in comunione con il Padre nel cielo. Durante il giorno, poi, innalzino i loro cuori a Dio. A ogni passo del nostro cammino, egli ci ripete: “...io, il Signore, il tuo Dio, fortifico la tua mano destra e ti dico: ‘Non temere, io ti aiuto!’” Isaia 41:13.PEC 150.5

    Queste lezioni possono essere insegnate solo da chi le ha apprese personalmente. L’insegnamento delle Scritture non produce talvolta sui piccoli e sui giovani un effetto maggiore, perché molti genitori e insegnanti che dicono di credere nella Parola di Dio ne rinnegano la potenza con la loro vita. Una cosa è trattare la Bibbia come un libro di buoni precetti morali da seguire fin là dove si armonizzano con lo spirito del tempo e con la nostra posizione nel mondo, e un’altra cosa è considerarla come essa realmente è: Parola del Dio vivente, Parola che è la nostra vita, che deve modellare le nostre azioni, le nostre parole e i nostri pensieri. Ritenere che la Bibbia sia qualcosa di meno di ciò, equivale a rigettarla. E tale rigetto da parte di chi afferma di credere in essa è fra le principali cause dello scetticismo e dell’incredulità dei giovani.PEC 151.1

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents