Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Servizio cristiano

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Umiltà

    Nella scelta di uomini e donne da consacrare al proprio servizio, il Signore non si chiede se siano colti, eloquenti o ricchi, bensì: “Possiedono un'umiltà tale che io possa insegnare loro le mie vie? Posso mettere sulle loro labbra le mie parole? Mi rappresenteranno?” — Testimonies for the Church 7:144 (1902).SC 201.2

    Nel tentativo di aiutare i poveri, i disperati e gli abbandonati non fatelo pontificando dall'alto della vostra dignità e della vostra superiorità perché in questo modo non otterrete nulla. — Testimonies for the Church 6:277 (1900).SC 201.3

    Ciò che renderà robuste e vittoriose le nostre chiese impegnate nella loro missione non sarà l'agitazione ma un'azione tranquilla e umile. Niente discorsi pomposi e sfilate, ma impegno paziente, ispirato dalla preghiera e perseverante. — Testimonies for the Church 5:130 (1889).SC 201.4

    L'umiliazione della sconfitta spesso costituisce una benedizione, perché sottolinea la nostra incapacità di compiere la volontà di Dio senza il suo aiuto. — Patriarchs and Prophets, 633 (1890).SC 201.5

    Nel lavoro di porta a porta servono i talenti della persona umile, che in questo tipo di opera ripagano molto più di doni brillanti. — Testimonies for the Church 9:37, 38 (1909).SC 201.6

    Tutto il cielo è interessato all'opera che i messaggeri di Dio stanno svolgendo nel mondo, nel nome di Gesù Cristo di Nazaret. Si tratta di una grande missione, fratelli e sorelle; dovremmo sottometterci quotidianamente davanti al Padre e non credere di avere una perfetta saggezza. Dovremmo occuparci di quest'opera con grande entusiasmo; non chiediamo a Dio di abbassare il nostro orgoglio, perché quando il Signore si impossessa di noi può sottometterci in un modo a noi non gradito; ma giorno dopo giorno umiliamoci personalmente sotto la sua possente mano. Pianifichiamo la nostra salvezza con timore e tremore. Se è Dio a operare in noi il volere e il fare secondo il suo piacere, a noi non resta che collaborare con lui mentre agisce per nostro tramite. — The Review and Herald, 12 luglio 1887.SC 201.7

    Dobbiamo lottare per poter passare dalla porta stretta. Ma questa porta non vacilla nei suoi perni e non farà passare caratteri pieni di dubbi. Oggi siamo chiamati a combattere per la vita eterna con un'intensità proporzionata al valore della ricompensa che ci attende. Non saranno il denaro, i terreni o i ruoli di prestigio ad aprirci le porte del Paradiso, ma dimostrare un carattere simile a quello di Cristo. Non saranno la dignità o le conquiste intellettuali a farci conquistare la corona dell'immortalità. Solo i mansueti e gli umili, che hanno riposto la loro fiducia in Dio, riceveranno questo dono. — The Southern Watchman, 16 aprile 1903.SC 202.1

    Quando tornate a casa dopo aver fatto del lavoro missionario, non lodatevi, ma esaltate Gesù; elevate la croce del Calvario. — Testimonies for the Church 5:596 (1889).SC 202.2

    L'umiltà precede la gloria. Per svolgere un compito importante davanti agli uomini, Dio chiama dei collaboratori che, come Giovanni il battista, scelgano un posto umile davanti a lui. Il discepolo il cui spirito è simile a quello dei fanciulli è il più efficiente nel servizio per il Signore. Gli angeli collaborano con chi cerca di salvare gli uomini anziché esaltare se stesso. — The Desire of Ages, 436 (1898).SC 202.3

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents