Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Servizio cristiano

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Riposo e riflessione

    Gesù dovette istruire i suoi discepoli in merito al modo di lavorare e a quello di riposare. Oggi c'è bisogno che gli uomini scelti dal Signore diano ascolto all'ordine di Cristo: farsi da parte e riposare per un po'. Molte esistenze di spicco sono state inutilmente sacrificate per aver ignorato questo ordine... e se anche la messe è grande e gli operai sono pochi, sacrificando salute e vita non si ottiene niente... Esistono molti operai spossati ed esauriti che si disperano profondamente quando percepiscono la mole di lavoro che deve essere compiuta e le loro modeste possibilità d'intervento. Queste persone desidererebbero avere maggiore forza fisica per realizzare più cose; ma è proprio a questa categoria che Gesù dice: “Venitevene ora in disparte, in un luogo solitario, e riposatevi un poco”. Marco 6:31. — The Review and Herald, 7 novembre 1893.SC 203.2

    La vita cristiana non è fatta di attività incessante, o di prolungata meditazione. I cristiani devono operare con incessante energia per la salvezza delle persone perdute, ma devono riuscire anche a ricavare il tempo per la contemplazione, la preghiera e lo studio della Parola di Dio. Non è funzionale essere costantemente sotto pressione per il lavoro, perché in questo modo si trascura la pietà personale e si danneggiano le facoltà mentali e anche fisiche. — The Review and Herald, 7 novembre 1893.SC 203.3

    Tutti i figli di Dio hanno bisogno di alcuni momenti tranquilli per stare in comunione con se stessi, con la natura e con il Signore. La loro vita non deve essere in sintonia con le abitudini del mondo. Hanno bisogno di vivere un'esperienza personale nella conoscenza della volontà di Dio. Dobbiamo sentirlo mentre parla personalmente al nostro cuore. Quando abbiamo fatto tacere ogni altra voce, e ci troviamo davanti a lui nella tranquillità e nel silenzio, la voce di Dio diventa distinta. Egli ci chiede: “Fermatevi e riconoscete che io sono Dio”. Salmi 46:10.SC 204.1

    Questo è il modo più efficace per prepararsi prima di iniziare a lavorare per il Signore. In mezzo alla gente che ha fretta e fra le tensioni delle attività quotidiane, coloro che si ritemprano in questo modo saranno circondati da un'atmosfera di luce e pace. Riceveranno nuova forza fisica e spirituale. La loro vita emanerà una specie di profumo e manifesterà una potenza divina che raggiungerà il cuore degli uomini. — The Ministry of Healing, 58 (1905).SC 204.2

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents