Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Servizio cristiano

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Collaborazione da parte delle altre creature celesti

    Noi dobbiamo comprendere sempre meglio la missione degli angeli. Sarebbe bene ricordare che ogni figlio di Dio ha la cooperazione degli esseri celesti. Potenti eserciti invisibili, sostengono gli umili e i poveri che credono e attendono le promesse di Dio. Cherubini, serafini, e angeli che eccellono in forza, stanno alla destra di Dio, “essi non sono forse tutti spiriti al servizio di Dio, mandati a servire in favore di quelli che devono ereditare la salvezza?” Ebrei 1:14. — The Acts of the Apostles, 154 (1911).SC 211.1

    Ricordate che il Signore Gesù ha la direzione dell'opera. Egli annaffia il seme piantato e mette nelle vostre menti parole che toccheranno i cuori. — Testimonies for the Church 9:41 (1909).SC 211.2

    Consacratevi totalmente all'opera di Dio. Egli è la vostra forza e sarà sempre al vostro fianco per aiutarvi a realizzare i suoi misericordiosi piani. — Testimonies for the Church 9:41 (1909).SC 211.3

    Gli esseri celesti assisteranno coloro che, con fede e decisione, cercano una perfezione del carattere che si traduca poi in una vita perfetta. A tutti quelli che sono impegnati in quest'opera Gesù promette aiuto e soccorso. — Christ's Object Lessons, 332 (1900).SC 211.4

    La volontà umana partecipa dell'onnipotenza nella misura in cui opera con la volontà di Dio. A chi il Signore affida un incarico dà anche la forza di eseguirlo, perciò ogni suo mandato è nello stesso tempo un atto di abilitazione. — Christ's Object Lessons, 333 (1900).SC 211.5

    I santi angeli saranno al vostro fianco mentre lavorerete per la salvezza delle persone. Miriadi di angeli sono in attesa di collaborare con i membri delle nostre chiese per comunicare la luce. Dio ha dato questa luce ai suoi angeli per stabilire un popolo pronto per la venuta di Cristo. — Testimonies for the Church 9:129 (1909).SC 211.6

    Tutti gli angeli del cielo sono pronti a collaborare con noi in quest'opera, tutte le risorse divine sono a nostra disposizione per trovare i cuori smarriti. Gli angeli ci aiuteranno a raggiungere i peccatori più induriti e indifferenti, e quando uno di loro ritorna a Dio, il cielo intero si rallegra. I serafini e i cherubini, facendo vibrare le loro arpe d'oro, cantano le lodi di Dio e dell'Agnello per la loro misericordia e bontà verso i figli degli uomini. — Christ's Object Lessons, 197 (1900).SC 211.7

    Colui che ha chiamato i pescatori della Galilea, anche oggi chiama gli uomini al suo servizio. Egli desidera manifestare la sua potenza attraverso noi, così come fece con i primi discepoli. Per quanto siamo imperfetti e peccatori, il Signore ci invita a unirci a lui e a seguire i suoi consigli. Ci invita ad accettare i suoi insegnamenti affinché, uniti a lui, possiamo compiere le opere di Dio. — The Desire of Ages, 297 (1898).SC 211.8

    Non pensate che Cristo apprezzi coloro che vivono interamente per lui? Non pensate che egli visiti coloro che, come Giovanni, si trovavano per amore suo in luoghi poco raccomandabili? Egli cerca i suoi fedeli e mantiene la comunione con loro, incoraggiandoli e fortificandoli. Dio ha dato ai suoi angeli potenti e forti l'incarico di sostenere i suoi operai umani impegnati nell'annuncio della verità a quanti non la conoscono. — Testimonies for the Church 8:17 (1904).SC 211.9

    Tutto il cielo è attivo e gli angeli di Dio sono pronti a collaborare con quanti fanno dei piani affinché le anime per le quali Cristo è morto possano udire la buona novella della salvezza. Gli angeli, che si adoperano in favore di quelli che hanno da ereditare la salvezza, dicono a ogni credente sincero: “C'è un'opera per te”. “Andate... annunziate al popolo tutte le parole di questa vita”. Atti 5:20. Se coloro ai quali sono rivolte queste parole volessero accettare l'invito, il Signore aprirebbe la via dinanzi a loro, dando loro i mezzi per operare. — Testimonies for the Church 6:433, 434 (1900).SC 212.1

    Oggi, ogni figlio di Dio dovrebbe impegnarsi attivamente per aiutare il prossimo. Quando coloro che conoscono le verità bibliche le trasmetteranno a uomini e donne disposti ad accettare il messaggio divino, godranno dell'assistenza degli angeli di Dio. E con la presenza degli angeli si può avanzare senza timori. Grazie a questo impegno molti abbandoneranno l'idolatria e saranno guidati all'adorazione del Dio vivente. Molti cesseranno di esaltare le istituzioni umane e si schiereranno con decisione per Dio e per la sua santa legge. — Prophets and Kings, 171 (1916).SC 212.2

    Tutti gli esseri e le potenze del cielo osservano la lotta che, sotto circostanze apparentemente scoraggianti, i seguaci di Dio stanno conducendo. Nuove conquiste saranno acquisite, nuovi onori vinti, quando i cristiani, innalzando la bandiera del Redentore, avanzeranno per lottare il buon combattimento della fede. Tutti gli angeli celesti sono al servizio dell'umile credente popolo di Dio, e mentre l'armata degli operai del Signore su questa terra canta inni di lode, il coro celeste si unisce a loro dando lode a Dio e a suo Figlio. — The Acts of the Apostles, 154 (1911).SC 212.3

    Non è la forza che scaturisce dagli uomini a decretare il successo dell'opera, ma quella delle intelligenze celesti che cooperano con l'uomo e la portano alla perfezione. Un Paolo può piantare e un Apollo innaffiare, ma è Dio a fare crescere. L'uomo non può compiere quella parte dell'opera che spetta al Signore. Nella sua veste di strumento, può collaborare con le intelligenze celesti e fare del suo meglio con semplicità e pacatezza, consapevole che Dio è il grande direttore dei lavori. Anche quando dovessero sparire gli operai, il lavoro non si fermerà, ma proseguirà fino a compimento. — The Review and Herald, 14 novembre 1893.SC 212.4

    Il cristiano trova sempre nel Signore un punto di riferimento. Come interverrà per aiutarci? Possiamo ignorarlo, ma sappiamo che egli non abbandonerà coloro che hanno fiducia in lui. Quante volte ci ha guidati affinché non si realizzassero i progetti del nemico! Se ne fossimo più coscienti proseguiremmo senza lamentarci. La nostra fede non vacillerebbe e nessuna prova avrebbe il potere di smuoverci. Riconosceremmo Dio come fonte della nostra sapienza e della nostra efficienza ed egli, tramite noi, potrebbe realizzare la sua volontà. — Prophets and Kings, 576 (1916).SC 212.5

    Tutti coloro che si impegnano nel ministero rappresentano la mano tesa di Dio. Essi collaborano con gli angeli, sono gli agenti umani mediante i quali gli angeli assolvono la loro missione. Gli angeli parlano attraverso la loro voce e lavorano grazie alle loro mani. Gli esseri umani, collaborando con gli agenti divini, usufruiscono della loro intelligenza e della loro esperienza. — Education, 271 (1903).SC 213.1

    Cristo invita ogni uomo e donna a indossare l'armatura della sua giustizia per iniziare la battaglia. È come se egli dicesse: “Sono al tuo fianco per soccorrerti”. Confidiamo a Dio i nostri problemi e ogni perplessità, egli non tradirà mai la nostra fiducia. Non c'è niente di altrettanto prezioso agli occhi di Cristo quanto ciò che ha pagato a così caro prezzo, la sua chiesa, gli operai che agiscono per diffondere i semi della verità... Pensiamo a Gesù. Egli si trova nel suo luogo santo, non in una condizione di solitudine, ma circondato da decine e decine di migliaia di angeli celesti pronti a rispondere ai suoi comandi. Egli ordina loro di andare a operare a favore dei suoi figli più deboli che ripongono la loro fiducia in Dio. Coloro che hanno maggiore istruzione o quelli che sono più semplici, ricchi e poveri, tutti hanno la garanzia di ricevere il medesimo aiuto. — The Southern Watchman, 7 novembre 1905.SC 213.2

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents