Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Sulle orme del gran medico

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    La vera conoscenza

    Capitolo 35: La vera conoscenza di Dio

    Anche noi, come il Cristo, viviamo per collaborare con Dio. Il nostro obiettivo è seguire il suo esempio e testimoniare di lui al mondo tramite una vita di servizio. Per diventare collaboratori di Dio, per essere come lui e rivelare il suo carattere dobbiamo conoscerlo nel modo giusto, così come egli stesso si è rivelato. La conoscenza di Dio è la base di ogni vera educazione e di ogni autentico servizio, è l’unica salvaguardia contro la tentazione. Solo così il nostro carattere assomiglierà a quello di Dio.OGM 221.1

    Questo è il tipo di conoscenza di cui hanno bisogno coloro che lavorano per aiutare il prossimo. Trasformazione del carattere, vita pura, efficienza nel servizio, fedeltà ai principi, tutto dipende dalla giusta conoscenza di Dio e rappresenta la preparazione essenziale per questa vita e quella futura.OGM 221.2

    “...Conoscere il Santo è l’intelligenza”. Proverbi 9:10. Tramite la conoscenza di Dio ci viene accordato anche “...tutto ciò che riguarda la vita e la pietà...” 2 Pietro 1:3. “Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo”. Giovanni 17:3. “Così parla il Signore: Il saggio non si glori della sua saggezza, il forte non si glori della sua forza, il ricco non si glori della sua ricchezza: ma chi si gloria si glori di questo: che ha intelligenza e conosce me, che sono il Signore. Io pratico la bontà, il diritto e la giustizia sulla terra, perché di queste cose mi compiaccio, dice il Signore”. Geremia 9:23, 24.OGM 221.3

    Dobbiamo approfondire la rivelazione che Dio stesso ha dato di sé. “Riconciliati dunque con Dio; avrai pace, ti sarà resa la prosperità. Ricevi istruzioni dalla sua bocca, riponi le sue parole nel tuo cuore... e l’Onnipotente sarà il tuo oro... Allora l’Onnipotente sarà la tua delizia, e alzerai la faccia verso Dio. Lo pregherai, egli ti esaudirà, e tu scioglierai i voti che avrai fatti. Quello che intraprenderai, ti riuscirà; sul tuo cammino risplenderà la luce. Se viene l’umiliazione, tu pregherai per essere rialzato: Dio soccorre chi ha gli occhi a terra”. Giobbe 22:21-29. “...Le sue qualità invisibili, la sua eterna potenza e divinità, si vedono chiaramente fin dalla creazione del mondo essendo percepite per mezzo delle opere sue...” Romani 1:20.OGM 221.4

    Le realtà della natura che possiamo contemplare ci offrono solo una pallida idea della gloria dell’Eden. Il peccato ne ha offuscato la bellezza e ovunque si scorgono le conseguenze del male. Ma si possono ancora ammirare tante cose meravigliose. La natura dimostra che qualcuno, infinito per potenza e grande per bontà, grazia e amore, ha creato la terra perché vi regnassero gioia e felicità. Nonostante la decadenza tutto rivela l’impronta del Creatore. Ovunque possiamo udire la voce di Dio e percepire le manifestazioni del suo amore.OGM 221.5

    Dal cupo boato del tuono, all’incessante rumore dell’oceano, alle melodie che risuonano nelle foreste, le mille voci della natura lodano il Creatore. Sulla terra, in mare e in cielo, attraverso toni e colori che variano per contrasto o si armonizzano nelle sfumature, possiamo contemplare la sua gloria. Le colline eterne raccontano la sua potenza. Le foglie verdi degli alberi fremono alla luce del sole, i fiori con la loro delicata bellezza presentano degnamente l’autore. Il verde che riveste la terra bruna parla della cura che Dio manifesta per la più umile delle sue creature. Gli abissi marini e le profondità della terra rivelano i suoi tesori. Colui che ha nascosto le perle negli oceani e le ametiste e i crisoliti nelle rocce ama tutto ciò che è bello. Il sole che sorge in cielo annuncia colui che è vita e luce per tutto il creato. Lo splendore e le bellezze che caratterizzano la terra e illuminano i cieli ci parlano di Dio. “...La sua gloria copre i cieli...” Abacuc 3:3. “...La terra è piena delle tue ricchezze”. Salmi 104:24.OGM 222.1

    “Un giorno rivolge parole all’altro, una notte comunica conoscenza all’altra. Non hanno favella, né parole; la loro voce non s’ode, ma il loro suono si diffonde per tutta la terra, i loro accenti giungono fino all’estremità del mondo...” Salmi 19:2-4.OGM 222.2

    Tutto ci illustra la sua cura affettuosa e paterna e il desiderio di rendere felici i suoi figli. La potenza che agisce e sostiene la natura non è, come affermano alcuni scienziati, un semplice principio o un’energia attiva che pervade tutto. Dio è Spirito, ma è anche un essere personale, perché così si è presentato: “...Il Signore è il vero Dio, egli è il Dio vivente, e il re eterno... Gli dei che non hanno fatto i cieli e la terra scompariranno dalla terra e da sotto il cielo. A loro non somiglia Colui che è la parte di Giacobbe; perché egli ha formato tutte le cose. Egli, con la sua potenza, ha fatto la terra; con la sua saggezza ha stabilito fermamente il mondo; con la sua intelligenza ha disteso i cieli”. Geremia 10:10, 11, 16, 12.OGM 222.3

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents