Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 3

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Il nostro esempio

    L’opera di Cristo deve essere il nostro esempio. Egli andava continuamente attorno facendo del bene. Nel tempio e nelle sinagoghe, per le vie della città, al mercato, nel laboratorio, in riva al mare, sul pendio del colle, Egli predicava l’Evangelo e guariva gli ammalati. La sua fu una vita di altruistico servizio e deve rappresentare il nostro libro di studio. Il suo amore tenero e compassionevole condanna il nostro egoismo e la nostra insensibilità.TT3 190.3

    Gesù disseminava le sue benedizioni ovunque andasse. Quanti, che pur dicono di credere in lui, hanno imparato le sue lezioni di bontà, di tenera pietà, di altruistico amore? Ascoltate la sua voce che ripete a chi si sente debole, stanco, impotente: “Venite a me voi tutti che siete travagliati ed aggravati ed io vi darò riposo”. Matteo 11:28. Il suo amore e la sua pazienza erano illimitati.TT3 190.4

    Gesù ci invita a lavorare con pazienza e perseveranza in favore delle migliaia di anime che periscono nel peccato, disseminate in tutti i paesi, simili a dei relitti abbandonati su una spiaggia deserta. Coloro che sono partecipi della gloria di Gesù debbono essere anche partecipi del suo ministero, aiutando i deboli, gli infelici, gli scoraggiati.TT3 190.5

    Quanti intraprendono quest ’opera faranno della vita di Cristo il loro costante oggetto di studio. Essi saranno pieni di entusiasmo quando utilizzeranno ogni loro capacità nel servizio del Signore. Dei risultati preziosi coroneranno gli sforzi diligenti e altruistici. Il Gran Maestro darà loro tutto l’aiuto necessario. Ma coloro che non fanno parte ad altri della luce ricevuta, un giorno si accorgeranno di avere subìto una perdita irreparabile.TT3 190.6

    Gli esseri umani non hanno il diritto di pensare che ci sia un limite ai loro sforzi nel’opera della salvezza delle anime. Cristo si stancò mai del suo lavoro? Si ritrasse Egli mai dinanzi al sacrificio e al’avversità? I membri di chiesa debbono fare gli stessi, costanti sforzi da lui compiuti ed essere sempre pronti a mettersi in azione, ubbidendo al’ordine del Maestro. Ovunque ci sia un ’opera da svolgere, noi dobbiamo attuarla guardando costantemente a Gesù. Se i nostri membri di chiesa prestassero ascolto a questa direttiva, centinaia di anime sarebbero condotte a Cristo. Se ogni membro di chiesa fosse un missionario vivente, il Vangelo sarebbe rapidamente proclamato in ogni paese, a tutti i popoli, nazioni e lingue.TT3 191.1

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents