Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 3

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Prepararsi

    “Ecco, io vengo presto — dice Gesù — e il mio premio è meco per rendere a ciascuno secondo che sarà l’opera sua”. Apocalisse 22:12. Il Signore, alla sua venuta farà lo scrutinio di ogni talento e chiederà gli interessi del capitale affidato. Con la sua umiliazione, con la sua agonia, con la sua vita di duro lavoro e con la sua morte infamante, Cristo ha pagato per il servizio di tutti coloro che hanno preso il suo nome e che si dichiarano suoi servitori. Tutti hanno l’obbligo di sfruttare ogni loro capacità nel’opera della salvezza delle anime per lui. “Voi... non appartenete a voi stessi — Egli dice — poiché foste comperati con prezzo” (1 Corinzi 6:19, 20); perciò glorificate Iddio con una vita di servizio che conduca gli uomini dal peccato alla giustizia. Noi siamo stati comperati col prezzo della stessa vita di Gesù, comperati perché possiamo rendere a Dio ciò che è suo, come suoi fedeli servitori.TT3 217.3

    Noi, ora, non abbiamo il tempo di dedicare le nostre energie e i nostri talenti a delle iniziative terrene. Ci lasceremo assorbire dal servizio del mondo, servendo noi stessi e perdendo così la vita eterna e l’eterna felicità del cielo? Oh, noi non possiamo permetterci di farlo. Che ogni talento sia utilizzato nel’opera di Dio. Coloro che accettano la verità debbono aumentare, con tutti i loro sforzi, il numero di uomini e donne che collaborano con Dio. Le anime debbono essere illuminate e istruite perché possano servire l’Eterno nel giusto modo, crescendo del continuo nella conoscenza e nella giustizia.TT3 217.4

    Tutto il cielo è interessato al’avanzamento del’opera che Cristo venne a compiere nel mondo. Gli agenti celesti stanno aprendo la via perché la luce della verità risplenda nei luoghi oscuri della terra. Gli angeli sono in attesa di poter comunicare con coloro che si occuperanno del’opera che ci è stata affidata. Non vorremo noi trovare i mezzi necessari per il lavoro nelle grandi città? Molte opportunità sono state trascurate perché la nostra azione è stata lenta e povera di fede. Il Signore dice: “Se voi aveste esercitato la fede nel messaggio che vi ho mandato, non ci sarebbe questa carenza di operai e di mezzi per il loro sostentamento”.TT3 217.5

    La venuta di Cristo è più vicina di quanto possiamo pensare. Il tempo per lavorare è poco. Uomini e donne stanno morendo. L’angelo dice: “Gli uomini che hanno ricevuto una grande luce non dovrebbero collaborare con colui che ha mandato il suo Figliolo nel mondo per dare agli uomini luce e salvezza?”. Gli uomini che hanno ricevuto la conoscenza completa della verità avranno mai il coraggio di mostrare uno scarso apprezzamento per colui che venne sulla terra affinché la sua divinità potesse essere l’eredità di ogni credente? In questo modo la divinità di Cristo è diventata efficace per la salvezza del’umanità. L’intercessione del nostro Sommo Sacerdote risulta efficace davanti al trono di Dio. Il piano fu elaborato in cielo. Coloro che sono stati acquistati a così gran prezzo, trascureranno di apprezzare una così grande salvezza?TT3 218.1

    Il Signore non può approvare chi pur professando la pietà e dicendo di credere nel prossimo avvento di Cristo, lascia le città prive di avvertimento circa i giudizi di Dio che stanno per abbattersi sulla terra. Coloro che agiscono in questo modo saranno giudicati per la loro negligenza. Cristo diede la sua vita preziosa per salvare le anime che periscono nei loro peccati. Rifiuteremo noi di compiere l’opera che ci è stata assegnata? Rifiuteremo di collaborare con Dio e con gli angeli celesti? Ve ne sono migliaia che lo fanno. Tali cristiani trascurano di realizzare la loro unità in Cristo, manifestando nella propria vita la virtù e la grazia che contraddistingue chi ha accettato il sacrificio di Cristo. Eppure questa è proprio l’opera che il sacrificio del Figlio di Dio ci richiede. Sapendo questo, chi può rimanere indifferente? Io invito i nostri fratelli a svegliarsi. Le facoltà spirituali si indeboliranno se non vengono esercitate per condurre anime a Cristo. Quale scusa potrà essere accampata se noi non lavoriamo sostenendo la grande opera per la quale Gesù arrivò a dare la sua vita?TT3 218.2

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents