Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 3

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Le chiese si sveglino!

    Presto ci saranno dei rapidi e significativi cambiamenti. Il popolo di Dio sarà rivestito dello Spirito Santo e, arricchito dalla sapienza celeste, potrà far fronte alle esigenze della nostra epoca neutralizzando, nella misura del possibile, le tendenze demoralizzanti del mondo. Se la chiesa non dorme, se i seguaci di Cristo vegliano e pregano, avranno luce sufficiente per poter capire e valutare i movimenti del nemico.TT3 41.4

    La fine è vicina! Dio invita la chiesa a mettere in ordine ogni cosa. Come collaboratori di Dio, voi siete invitati dal Signore a condurre altri con voi nel suo regno. Voi siete gli agenti viventi di Dio, i canali di luce per il mondo; gli angeli del cielo che sono intorno a voi sono stati incaricati da Cristo di accompagnarvi, di fortificarvi e di sostenervi nel vostro lavoro per la salvezza delle anime.TT3 41.5

    Io esorto le chiese di ogni federazione. Levatevi e distiguetevi dal mondo. Voi siete nel mondo, ma non del mondo. Voi riflettete i luminosi raggi del Sole di giustizia conservandovi puri, santi, incontaminati, e diffondendo con fede la luce lungo le vie e lungo i sentieri della terra.TT3 41.6

    Che le chiese si sveglino prima che sia troppo tardi. Che ogni membro svolga il proprio compito, rivendicando il nome del Signore da cui è stato chiamato. Che una fede salda e una pietà sincera si sostituiscano al’incredulità e al’inerzia. Quando la fede si aggrappa a Cristo, la verità diventa una delizia per l’anima e allora i servizi religiosi non sono più né tediosi, né privi di interesse. Le vostre riunioni sociali, ora fredde e senza vita, saranno vivificate dallo Spirito Santo. Farete giornalmente delle preziose esperienze nel praticare il Cristianesimo. I peccatori si convertiranno, toccati dalla parola di verità e diranno, come dissero alcuni che avevano ascoltato l’insegnamento di Gesù: “Oggi abbiamo visto e udito delle cose meravigliose”.TT3 41.7

    Se le chiese comprendessero ciò che potrebbe essere fatto e accettassero le loro responsabilità, i membri continuerebbero ancora a dormire o non vorrebbero, piuttosto, corrispondere al’onore conferito dalla misericordiosa provvidenza divina? Accetteranno essi la responsabilità dei talenti ricevuti? Non avvertiranno la necessità di fronteggiare l’urgente e critica situazione che si sta preparando? Che tutti si scuotano e manifestino al mondo la loro fede viva! Dinanzi al mondo si va profilando la soluzione finale e Cristo sta per venire. Gli uomini debbono rendersi conto che noi crediamo realmente di essere giunti alla soglia del mondo eterno.TT3 41.8

    L’edificazione del regno di Dio è ritardata o affrettata a motivo della infedeltà o della fedeltà degli agenti umani. L’opera è ostacolata dalla mancata collaborazione del’umano con il divino. Gli uomini possono anche pregare: “Venga il tuo regno. La tua volontà sia fatta in terra come è fatta in cielo”, ma se non mettono in pratica questa preghiera nella loro vita, la loro richiesta risulterà infruttuosa.TT3 42.1

    Però, per quanto deboli, erranti e peccatori voi possiate essere, il Signore vi invita a unirvi a lui e a mettervi sotto le direttive divine. Unendovi con Cristo, sarete capaci di fare le opere di Dio. Gesù ha detto: “Senza di me, voi non potete far nulla”.TT3 42.2

    Per mezzo del profeta lsaia è fatta la promessa: “La tua giustizia ti precederà e la gloria del’Eterno sarà la tua retroguardia”. Isaia 58:8. E’ la giustizia di Cristo che va davanti a noi ed è la gloria del Signore che costituisce la nostra retroguardia. Voi, chiese del’Iddio vivente, studiate questa promessa e considerate che è la vostra mancanza di fede, di spiritualità, di potenza divina che ostacola la venuta del regno di Dio. Se voi consentiste di compiere l’opera di Cristo, gli angeli di Dio schiuderebbero la via davanti a voi e preparerebbero i cuori a ricevere l’Evangelo. Se ciascuno di voi fosse un missionario vivente, il messaggio per il nostro tempo verrebbe rapidamente proclamato dovunque, a ogni nazione, ligua e popolo. Questa è l’opera che deve essere portata a termine prima che Cristo venga con potenza e gran gloria. Io invito la chiesa a pregare con fervore perché possiate comprendere la vostra responsabilità. Siete voi, individualmente, dei collaboratori di Dio? In caso negativo, perché? Quando pensate di svolgere l’opera indicatavi dal cielo?TT3 42.3

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents