Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 3

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Letteratura demoralizzante

    Quando le nostre case editrici svolgono molto lavoro commerciale c’è il rischio che finisca con l’insinuarsi un certo tipo di letteratura discutibile. In una certa occasione, quando la mia attenzione fu richiamata su queste cose, la mia Guida chiese a uno che occupava una posizione di responsabilità in una casa editrice: “Quanto vi pagano per questo lavoro?”. Viste le cifre, Egli disse: “E’ troppo poco. Se conducete gli affari così ci rimetterete. Però anche se riceverete una somma maggiore, questo tipo di letteratura verrà pubblicata solo con una grande perdita. L’influenza che essa esercita sugli operai è negativa e tutti i messaggi che Dio manda loro, presentando il carattere sacro del’opera, sono neutralizzati dal vostro consenso a una stampa di questo genere”.TT3 102.1

    Il mondo è inondanto di libri che andrebbero eliminati anziché diffusi. Libri sulle guerre degli Indiani e cose del genere, stampati e venduti allo scopo di realizzare molto denaro, sarebbe preferibile che non venissero mai letti. C’è in essi un fascino diabolico. La narrazione accurata di delitti e di stragi ha un potere ammaliatore su molti giovani e suscita in loro il desiderio di mettersi in mostra compiendo anch ’essi delle azioni violente. Vi sono, però, anche dei libri più strettamente storici, la cui influenza non è migliore. Le enormità, le crudeltà, le abitudini licenziose descritte in questi libri hanno influenzato la mente di molte persone inducendole a compiere azioni analoghe. I libri che descrivono le pratiche sataniche di certe persone danno pubblicità alle opere del male. Gli orrendi particolari di crimini e di atrocità non hanno bisogno di essere rivissuti e nessuno di quanti credono nella verità presente dovrebbe riportarli alla memoria della gente.TT3 102.2

    I romanzi rosa e gialli costituiscono un ’altra categoria di libri che sono una vera maledizione per i lettori. L’autore può immettervi un certo senso morale o introdurre in tutto il libro dei sentimenti religiosi, nondimeno in molti casi Satana indossa l’abito angelico per potere più facilmente sedurre e ingannare. La mente è notevolmente influenzata da ciò di cui si nutre. Quanti leggono romanzi leggeri, eccitanti si dimostrano poi incapaci di assolvere i doveri di ogni giorno, perché vivono una vita irreale e non provano nessun desiderio di studiare le Scritture per nutrirsi della manna celeste. In questo modo la mente si indebolisce e perde la capacità di affrontare i problemi reali che l’esistenza impone.TT3 102.3

    Sono stata incaricata di dire che i giovani sono esposti al grande pericolo che deriva da letture non adatte. Satana sta spingendo continuamente giovani e persone di età matura a lasciarsi affascinare da storie prive di valore. Se una grande massa di libri che sono stati stampati potessero essere distrutti, si eviterebbe una piaga che sta compiendo un ’opera tremenda, infiacchendo la mente e corrompendo i sentimenti. Nessuno è sufficientemene saldo nei sani princìpi da sentirsi al sicuro dalla tentazione. Tutte queste letture dannose vanno decisamente scartate.TT3 102.4

    Il Signore non ci consente né di stampare, né di vendere pubblicazioni del genere, dato che sono un mezzo di distruzione per molte persone. Io sono certa di quanto ho finora sostenuto: tutto ciò che ho scritto mi è stato rivolto. Coloro che credono nel messaggio per questo tempo non dovrebbero impegnarsi in questo lavoro con l’idea di guadagnare del denaro. Dal canto suo, Dio dissiperà tale forma di guadagno e farà perdere più di quanto è stato accumulato.TT3 102.5

    C’è una categoria di letteratura ancora più contagiosa della lebbra e più mortale delle piaghe d’Egitto. Contro di essa le nostre case editrici debbono stare costantemente in guardia. Nel’accettare delle commesse esterne, si faccia attenzione a impedire che nelle nostre istituzioni siano introdotti degli scritti riguardanti la scienza di Satana. Le nostre case editrici non dovrebbero pubblicare libri che trattino le teorie del’ipnotismo, così fatale per che vi si sottopone, lo spiritismo, il cattolicesimo romano o altri misteri di iniquità.TT3 102.6

    I nostri impiegati si guardino bene da tutto ciò che possa insinuare il seme del dubbio sul’autorità e sul’autenticità della Bibbia. Per nessuna ragione le idee dei miscredenti siano presentate ai giovani, così pronti ad afferrare avidamente tutto ciò che sa di novità. Anche se fosse pagata una somma ingente per la stampa di queste opere, la loro pubblicazione produrrebbe una perdita irreparabile dal punto di vista spirituale.TT3 103.1

    Lasciare che opere, di questo genere passino attraverso le nostre istituzioni significa mettere nelle mani degli impiegati che cureranno la loro edizione, il frutto proibito del’albero della conoscenza. Se permettiamo che ciò avvenga, Satana entrerà con tutta la sua capacità persuasiva e inculcherà i suoi princìpi proprio in quelle istituzioni che sono state stabilite per la diffusione della Parola di Dio. Pubblicare libri di questo genere sarebbe come caricare dei cannoni e metterli nelle mani del nemico perché se ne serva contro la verità.TT3 103.2

    Pensate che Gesù rimarrà nel reparto tipografico, operando nelle menti umane per mezzo dei suoi angeli, che Egli farà sì che la verità che stampiamo sia una potenza per avvertire il mondo, se si permetterà a Satana di pervertire le menti degli operai proprio al’interno del’istituzione? Può la benedizione di Dio accompagnare le pubblicazioni che stampiamo quando dalle stesse macchine escono eresie e seduzioni sataniche?” La fonte getta essa dalla medesima apertura il dolce e l’amaro?” Giacomo 3:11.TT3 103.3

    Gli amministratori delle nostre istituzioni debbono rendersi conto che accettando la posizione che occupano, diventano responsabili del nutrimento spirituale che gli operai ricevono mentre si trovano in esse. Essi sono responsabili di ciò che esce dalla casa editrice e saranno chiamati a rendere conto del’influenza esercitata in seguito al’introduzione di argomenti che contaminano l’ambiente di lavoro, e possono allontanare il mondo dalla verità, inducendo gli uomini al’errore.TT3 103.4

    Se le nostre istituzioni accettano di pubblicare questo tipo di stampa, ci si accorgerà delle difficoltà che incontreremo quando vorremo eliminare il sottile influsso di Satana. Se si permette al Tentatore di spargere il suo seme malefico, esso germoglierà e porterà frutto. Vi sarà così una messe che maturerà esattamente là, dove uno stabilimento è sorto grazie al denaro del popolo di Dio e in vista del progresso della sua opera. E allora nel mondo ci andrà, non già un gruppo di operai cristiani, ma un gruppo di miscredenti istruiti.TT3 103.5

    In quest ’ambito la responsabilità cade non solo sugli amministratori, ma anche su tutti i dipendenti. Io ho una raccomandazione da rivolgere agli operai di ogni casa editrice stabilita fra noi: ’Se amate e temete Dio, rifiutate di avere a che fare con quella conoscenza contro la quale Dio mise in guardia Adamo ’. I tipografi rifiutino di comporre una sola frase che la riguardi. I correttori di bozze rifiutino di leggere, gli stampatori di stampare, i rilegatori di rilegare. Se sono invitati a occuparsi di tale materiale, chiedano la convocazione dei dipendenti del’istituzione affinché ci sia un chiarimento della situazione. Coloro che dirigono la casa editrice potranno dire che voi non siete responsabili e che sono gli amministratori che devono regolare la faccenda. Voi, però, siete ugualmente responsabili: responsabili del’uso dei vostri occhi, delle vostre mani e delle vostre menti. Queste facoltà vi sono state date da Dio e debbono essere impiegate per lui e non per servire Satana.TT3 103.6

    Quando nei nostri libri sono presenti degli errori che ostacolano l’opera, Dio considera responsabili non solo coloro che permettono a Satana di tendere le sue reti, ma anche tutti coloro che in un modo o nel’altro collaborano a questa opera di tentazione.TT3 103.7

    Fratelli miei, voi che occupate una posizione di responsabilità non aggiogate i vostri operai al carro della superstizione e del’apostasia. Non consentite che le istituzioni volute da Dio per diffondere la verità che dà la vita, diventino degli strumenti per la divulgazione del’errore che porta gli uomini alla distruzione.TT3 104.1

    Le nostre case editrici, dalla minore alla maggiore, rifiutino di stampare un solo rigo di questo tipo di letteratura. Tutti coloro con i quali noi abbiamo a che fare dovrebbero sapere che dalle nostre istituzioni è esclusa la letteratura che si ispira alla scienza di Satana.TT3 104.2

    Noi siamo posti in contatto col mondo non per essere contagiati dalle sue falsità, bensi per riuscire, in qualità di agenti di Dio, a contagiarlo con la sua verità.TT3 104.3

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents