Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 2

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Riconoscere il rapporto fra peccato e malattia

    Satana è all’origine della malattia e il medico ne combatte l’opera e la potenza. Ovunque prevale l’infermità dello spirito. I nove decimi delle malattie delle quali sono affetti gli uomini hanno qui la loro radice. Forse qualche difficoltà di famiglia, simile a cancro, rode l’anima e infiacchisce le forze vitali. Il rimorso per il peccato, talvolta mina l’organismo e sconvolge la mente. Ci sono, poi, dottrine erronee come quella dell’inferno eternamente acceso o del supplizio eterno degli empi che, dando una visione esagerata oltre che falsa del carattere divino, hanno prodotto gli stessi risultati sugli animi sensibili. Gli increduli hanno sfruttato al massimo questi casi sfortunati per definire la religione follia. E’ una calunnia grossolana di cui non renderanno volentieri conto un giorno. La religione di Cristo, lungi dall’essere causa di alienazione mentale, è uno dei rimedi più efficaci perché è un potente calmante dei nervi.TT2 98.1

    Il medico ha bisogno di una sapienza e di una forza sovrumane, per poter sapere come curare i numerosi casi imbarazzanti di malattie della mente e del cuore dei quali è chiamato a occuparsi. Se egli ignora il potere della grazia divina, non potrà soccorrere gli afflitti; anzi, forse finirà col peggiorare la situazione; ma se è saldamente ancorato in Dio, potrà aiutare la mente malata e turbata. Saprà indicare ai suoi pazienti Cristo e insegnare a portare a lui ogni loro preoccupazione e perplessità.TT2 98.2

    Esiste una relazione divinamente stabilita fra il peccato e la malattia. Nessun medico può esercitare la sua professione per un solo mese senza rendersene conto. Egli può ignorare il fatto, può avere la mente occupata da altre cose a tal punto che la sua attenzione non viene richiamata su di esso, però se egli osserva bene e attentamente, non potrà fare a meno di riconoscere che il peccato e la malattia hanno l’uno con l’altra un rapporto di causa ed effetto. Il dottore dovrà rendersene rapidamente conto e agire di conseguenza. Dopo che si sarà assicurata la fiducia degli afflitti, alleviandone le sofferenze e allontanandoli dall’orlo della fossa, egli può insegnar loro che la malattia è la conseguenza del peccato e che il nemico caduto cerca di attrarli verso abitudini che distruggono la salute, oltre che l’anima. Può inculcare nelle loro menti la necessità di attenersi alle norme della vita e della salute. Specialmente nella mente dei giovani, il medico può inculcare retti princìpi.TT2 98.3

    Dio ama le sue creature di un amore tenero e intenso. Egli ha stabilito le leggi della natura, nondimeno esse non sono imposizioni arbitrarie. Ogni “Tu non devi”, sia nell’ambito della legge fisica, sia di quella morale, contiene o implica una promessa. Ubbidendo, riceviamo benedizione; disubbidendo, troveremo il pericolo e l’infelicità. Le leggi di Dio hanno lo scopo di attrarre il suo popolo più vicino a lui. Egli lo salverà dal male e lo guiderà al bene, se esso vorrà lasciarsi guidare. Dio non costringe mai. Noi possiamo non discernere i suoi disegni, ma dobbiamo confidare in lui e dimostrare la nostra fede con le nostre opere...TT2 98.4

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents