Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 13: La pioggia dell'ultima stagione

    Il lavoro dello Spirito paragonato alla pioggia

    “Chiedete al Signore la pioggia nella stagione di primavera”. Nei paesi dell'est l'ultima pioggia cade nel momento della semina ed è necessaria perché il seme germogli. Sotto la spinta delle piogge fertilizzanti i teneri germogli sbocciano. L'ultima pioggia che cade verso la fine della stagione matura il grano e lo prepara per la mietitura. Il Signore usa queste immagini naturali per rappresentare l'opera del suo Spirito.1Cfr. Zaccaria 10:1; Osea 6:3; Gioele 2:23, 28.UG 106.1

    Come la rugiada e la pioggia servono all'inizio per seminare e poi per maturare le messi, così lo Spirito viene dato per sviluppare passo dopo passo il processo della crescita spirituale. La maturazione del grano rappresenta il completamento dell'opera della grazia di Dio nell'essere umano. Tramite la potenza dello Spirito Santo l'immagine morale di Dio sarà pienamente restaurata. Noi siamo stati chiamati a essere trasformati nella più completa somiglianza di Cristo.UG 106.2

    L'ultima pioggia che matura la messe rappresenta la grazia spirituale che prepara la chiesa per il ritorno del Figlio dell'uomo. Ma se la pioggia d'autunno non cade non ci sarà vita e l'erba verde non spunterà. Se la pioggia di primavera non è caduta, la pioggia d'autunno non potrà perfezionare l'opera. — Testimonies to the Ministers and Gospel Workers, 506 (1897).UG 106.3

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents