Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

La Voce Nel Linguaggio E Nel Canto

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 50 - Ascoltati senza dover gridare

    L’usura degli organi vocali - Dalla luce che ho ricevuto, il ministero è un ufficio sacro ed elevato. Coloro che accettano questa posizione dovrebbero avere Cristo nei loro cuori e manifestare un sincero desiderio di rappresentarlo degnamente davanti alla gente in tutte le loro azioni, nel modo di vestire, con le parole e nel modo di parlare. Essi dovrebbero parlare con riverenza. Alcuni distruggono l’impressione solenne che possono avere sulla gente, alzando le loro voci, gridando e vociferando la Verità. Quando la Verità è presentata in questo modo, perde molto della sua dolcezza, della sua forza e solennità. Se la voce è intonata in modo corretto, se esprime solennità ed è modulata fino a rivelare commozione, darà agli ascoltatori un’impressione migliore.VLC 213.1

    Questo era il tono col quale Cristo insegnava ai suoi discepoli. Lui li impressionava con solennità, parlava in modo commovente. Ma cosa ottengono queste grida? Gridare, non darà un’impressione più profonda o sacra alla Parola di Dio. Anzi, causa agli uditori una sensazione spiacevole e danneggia gli organi vocali del predicatore. I toni della voce, hanno molto a che fare con l’influsso sui i cuori degli ascoltatori. Molti, che potrebbero essere utili all’opera di Dio, stanno danneggiando le loro forze vitali e distruggendo i loro polmoni e organi vocali col loro modo di parlare. Alcuni ministri hanno acquisito l’abitudine di parlare in fretta, come se dovessero ripetere una lezione, e dovessero farlo il più rapidamente possibile. Questo non è il modo migliore di parlare. Utilizzando una cura adeguata, il ministro può educare sé stesso a parlare bene e ad avere una pronuncia chiara, senza accumulare le parole l’una sull’altra e poi non avere il tempo di respirare correttamente. Deve parlare moderatamente, affinché la gente possa fissare le idee nella propria mente, mentre lui continua a parlare. Quando il tema è presentato in fretta, gli ascoltatori non possono captare nella loro mente tutti i punti, e non hanno il tempo di ricevere l’impressione che dovrebbero ricevere; né tantomeno hanno il tempo d’essere influenzati dalla verità, come succederebbe altrimenti.VLC 213.2

    Parlare dalla gola, lasciando che le parole escano dall’estremità superiore degli organi vocali, irritandoli e danneggiandoli non è il modo migliore per preservare la salute o aumentarne l’efficienza. È altrettanto importante respirare profondamente, permettendo ai muscoli addominali di lavorare. I polmoni sono solo il canale dell’aria, ma non dipende da loro fare il lavoro. Se voi lasciate uscire le parole dal profondo esercitando i muscoli addominali, potrete parlare facilmente davanti a migliaia di persone, come se parlereste davanti a dieci.VLC 214.1

    Alcuni dei nostri predicatori, muoiono per le lunghe preghiere e predicazioni, quando un tono più basso oltre a dare un’impressione migliore conserverebbe le loro forze vitali. Orbene, se seguite l’impulso del momento, senza osservare le leggi della vita e della salute, non incolpate Dio se soffrirete un collasso nervoso. - Testimonies for the Church, vol. 2, p. 615, 616VLC 214.2

    Preghiere che tutti possono sentire - Quelli che pensano di entrare nell’opera di Dio come ministri, gli direi: Sforzatevi di essere perfetti nel vostro modo di parlare. Chiedete a Dio che vi aiuti a raggiungere questo grande obiettivo. Quando pregate davanti alla congregazione, ricordate che state parlando a Dio. Lui vuole che parliate in modo che tutti i presenti possano ascoltare e unire le loro suppliche alla vostra. Le preghiere pronunciate troppo in fretta e le parole che si accavallano le une sulle altre, non onorano Dio e non fanno bene agli ascoltatori. I ministri che offrono preghiere in pubblico, imparino a pregare in modo tale che Dio sia glorificato e gli ascoltatori siano benedetti. Presentate le vostre preghiere lentamente e chiaramente, con un tono sufficientemente forte, affinché chi vi ascolta, può unirsi nel dire Amen. - Testimonies for the Church, vol. 6, p. 383VLC 214.3

    Parlare ad alta voce è un pericolo per la salute - Un’intervista improvvisata ad Ellen G. White durante la riunione della Conferenza Generale sul Lago Goguac in Michigan 14 luglio 1890.VLC 214.4

    Anziano Farneti - Sorella, non pensa che un gran numero dei nostri ministri abbiano fallito a causa del loro modo di parlare?VLC 214.5

    Ellen White - In effetti, sì, è vero! L’ho potuto constatare più volte. Perfino mio marito ha un tono di voce troppo forte, e sembra non riuscire a liberarsi da questa abitudine. Il fratello A… in Texas sta morendo a causa di seri dolori, come se qualcuno gli avesse infilato un coltello in gola. Da quando sono venuta qui, ho riflettuto su questo problema e ho intenzione di scrivergli una lettera.VLC 215.1

    Anziano Kilgore - Egli è stato avvertito varie volte.VLC 215.2

    Anziano Farnsworth - Altri come lui partecipano sempre a ogni conferenzaVLC 215.3

    Ellen White - Quando ero ancora giovane, mi capitava spesso di avere un tono di voce troppo alto; ma il Signore mi ha mostrato che questo modo innaturale di parlare non fa impressione sulle persone. Poi, mi fu presentato Gesù e il Suo modo di parlare. Nella sua voce vi era una dolce melodia. La sua voce espressa con calma e lentezza raggiugeva gli ascoltatori. Le Sue parole penetravano nei cuori ed essi capivano quello che diceva ancor prima che la frase successiva fosse detta. - Manuscript 19b, 1890VLC 215.4

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents