Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

La Voce Nel Linguaggio E Nel Canto

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 35 - Chiarezza e purezza nella pronuncia

    L’idoneità nel parlare - Con la preghiera sincera e uno sforzo diligente dobbiamo raggiungere l’idoneità nel linguaggio. Questa idoneità include che ogni sillaba sia pronunciata chiaramente, ponendo forza ed enfasi dove gli appartiene. Parlate lentamente, perché molti parlano così velocemente che si perde l’effetto di cosa si vuol dire. In ciò che dite, mettete lo Spirito e l’esempio di Cristo. - Counsels to Parents, Teachers, and Students, 254, 255VLC 131.1

    L’educazione della voce - Colui che ci ha dato i doni che ci permettono di essere collaboratori di Dio, si aspetta che i suoi servi educhino le loro voci, affinché possano parlare e cantare in modo che tutti possano capire. - Testimonies for the Church, vol. 9, p. 144VLC 131.2

    Portavoce di Dio - L’uomo che accetta di essere portavoce di Dio, dovrebbe rendersi conto di presentare la Verità con tutta la grazia e l’intelligenza che può, affinché la Verità non perda nulla quando è presentata alla gente. Quelli che considerano poca cosa parlare con una pronuncia imperfetta, disonorano Dio. - Ev 665VLC 131.3

    Correggere discorsi poco distinti - Sia nella lettura sia nella recita la pronuncia dovrebbe essere molto chiara. Un tono nasale o un atteggiamento goffo, devono essere immediatamente corretti. Qualsiasi mancanza di distinzione deve essere considerata difettosa. Molti si sono permessi di acquisire l’abitudine di parlare in modo poco chiaro, come se la loro lingua fosse troppo grande per la loro bocca.VLC 131.4

    Quest’abitudine ha notevolmente ostacolato la loro utilità. Quelli che hanno questi difetti di pronuncia potrebbero vincerli, se si sottoporranno alla critica e alla correzione. Con perseveranza dovrebbero esercitarsi a parlare in modo distinto esercitando i muscoli addominali con una profonda respirazione, rendendo la gola un condotto di comunicazione. Purtroppo, molti parlano rapidamente con un tono alto e innaturale, questa pratica danneggia la gola e i polmoni. Come risultato dei continui abusi, gli organi vocali deboli s’infiammano, provocando la debilitazione. - Counsels to Parents, Teachers, and Students, 239VLC 132.1

    Toni dolci e persuasive - Siate puri nel vostro linguaggio. Coltivate un tono di voce dolce e suadente anziché duro e autoritario. Insegnate ai vostri bambini a parlare bene e chiaro. Educate il loro modo di parlare, finché le parole rozze e grossolane non scompariranno dalle loro bocche quando dovranno affrontare la prova. - The Adventist Home, p. 435VLC 132.2

    Il controllo del volume della voce - I ministri dovrebbero parlare con riverenza. Alcuni distruggono l’impressione solenne che potrebbero avere sulla gente, gridando e vociferando la Verità. Quando la Verità è presentata in questo modo, perde molto della sua dolcezza, della sua forza e solennità. Invece, se il tono della voce è dolce e modulato correttamente, produrrà un’impressione migliore.VLC 132.3

    Questo era il tono usato da Cristo quando insegnava ai Suoi discepoli. Lui li impressionava con solennità e gli parlava in modo commovente. A che cosa serve parlare urlando? Alla gente non presenta prospettive più elevate della verità, e non li impressionerà più di tanto. Causa solo una sensazione sgradevole negli ascoltatori ed esaurisce gli organi vocali dell’oratore. I toni della voce hanno molto a che vedere con l’impressionare i cuori degli ascoltatori. - Testimonies for the Church, vol. 2, p. 615VLC 132.4

    Discorsi esitanti - Siamo sconfortati nell’assistere ai congressi, alle riunioni con società di pubblicazioni, alle conferenze, e meeting vari, in cui le informazioni sono state lette con voce inudibile, esitante o con tono smorzato.VLC 132.5

    La metà dell’interesse che possa essere sentito in questi meeting è annullato quando coloro che sono coinvolti fanno la loro parte con indifferenza e disinteresse. I relatori dovrebbero imparare a parlare in modo tale da edificare gli ascoltatori. Chi svolge un’opera missionaria dovrebbe essere qualificato per parlare in modo chiaro, scandendo perfettamente le parole. - Counsels to Parents, Teachers, and Students, 246, 247VLC 133.1

    L’educazione della voce deve iniziare nella casa - L’istruzione sulla cultura della voce dovrebbe avere inizio in casa. I genitori devono insegnare ai loro figli a parlare in modo chiaro affinché gli ascoltatori siano in grado di capire ogni parola. Dovrebbero insegnare loro a leggere la Bibbia con una pronuncia distinta in modo tale da onorare Dio. Coloro che s’inginocchiano durante il culto di famiglia, non devono mettersi le mani sul viso e appoggiarsi a una sedia mentre si rivolgono a Dio. Anzi devono alzare i loro volti in santa riverenza e con santo timore parlare con il loro Padre celeste, pronunciando le parole con toni udibili.VLC 133.2

    Genitori, parlate in un modo da poter essere una benedizione per i vostri figli. Le donne hanno bisogno di essere educate in questo senso. Anche le madri molto occupate, se vogliono, possono coltivare il talento della parola e insegnare ai loro figli a leggere e a parlare correttamente. Possono farlo mentre svolgono i loro lavori quotidiani. Non è mai troppo tardi per migliorare. Dio invita tutti i genitori a portare la perfezione nel cerchio della loro casa. - Testimonies for the Church, vol. 6, pp. 381, 382VLC 133.3

    Voci melodiose - Coloro che trasmettono le rivelazioni di Dio alla gente, dovrebbero migliorare il loro modo di comunicare la Verità, affinché sia presentata al mondo in modo accettabile. Le parole devono risaltare per fare impressione sui presenti. Parlate lentamente. Modulate la voce il più possibile.VLC 133.4

    Dio desidera che i suoi operai acquisiscano la perfezione affinché possano diventare vasi a onore. Devono essere controllati dallo Spirito Santo; e quando parlano, dovrebbero farlo con un’energia proporzionata all’importanza del tema che presentano. Devono dimostrare che il potere di cui parlano ha realizzato un cambiamento nella loro vita. Quando saranno veramente uniti a Cristo, daranno l’invito celeste con un fervore che impressionerà i cuori. Nella misura in cui lo zelo verrà manifestato nella proclamazione del messaggio dell’Evangelo, negli ascoltatori si produrrà un fervore corrispondente e si avranno impressioni durature per il bene. - The Review and Herald, January 14, 1902VLC 133.5

    La Verità come manna del cielo - La Verità si dovrebbe esporre con chiarezza, lentamente, con forza, affinché impressioni l’ascoltatore. Quando si presenta qualche aspetto della verità, è essenziale che essa sia compresa, affinché si riceva tutto il suo prezioso alimento: il pane della vita, la manna del cielo. Ogni frammento dovrebbe essere accolto senza perdere nulla di ciò che si dice. - Testimonies to Ministers and Gospel Workers, 257VLC 134.1

    La distruzione degli organi del corpo - Molti uomini usano male le proprie forze vitali, distruggono i loro polmoni e gli organi vocali per il loro modo sbagliato di parlare. Alcuni ministri hanno acquisito l’abitudine di parlare in fretta, come se dovessero ripetere una lezione, e dovessero farlo il più rapidamente possibile. Questo non è il modo migliore di parlare. Utilizzando una cura adeguata, il ministro può educare sé stesso a parlare bene e ad avere una pronuncia chiara, senza accumulare le parole l’una sull’altra e poi non avere il tempo di respirare correttamente. Deve parlare moderatamente, affinché la gente possa fissare le idee nella propria mente, mentre lui continua a parlare. Quando il tema è presentato in fretta, gli ascoltatori non possono captare nella loro mente tutti i punti, e non hanno il tempo di ricevere l’impressione che dovrebbero ricevere; né tantomeno hanno il tempo di essere influenzati dalla verità, come succederebbe altrimenti. - Testimonies for the Church, vol. 2, pp. 615, 616VLC 134.2

    Il pericolo del discorso concitato - Quando alcuni cercano di parlare con calma, senza eccitazione né gesti esagerati, sono imbarazzati perché sentono una mancanza di libertà, e si limitano dal seguire le loro vecchie abitudini. Ma permettete al vento di portarsi via tutti questi sentimenti che non sono altro che pura emozione. Questa libertà di sentimento è come commettere un suicidio, non è santificata. - The Review and Herald, February 5, 1880VLC 134.3

    La passione nel parlare non è prova della potenza di Dio - La voce deve essere coltivata in modo da migliorare la sua melodiosità, affinché risulti gradevole all’orecchio e impressioni il cuore dell’ascoltatore.VLC 135.1

    Il Signore richiede che l’agente umano non agisca per impulso quando parla, ma che parli con calma, lentamente e che permetta allo Spirito Santo di dare forza alla Verità. Non pensate di dar prova che la potenza di Dio è scesa su di voi, solo per il fatto di parlare appassionatamente con impulsività, o perché permettete che i vostri sentimenti vi inducano ad alzare il tono della vostra voce con un accento innaturale.VLC 135.2

    La vostra influenza deve essere di vasta portata, e le vostre capacità di comunicazione dovrebbero essere sotto il controllo della ragione. Quando si sforzano gli organi vocali, la modulazione della voce va persa. Dobbiamo vincere assolutamente la tendenza a parlare velocemente. Dagli strumenti umani, Dio richiede tutto il servizio che essi possono dare. - Evangelism, 668.VLC 135.3

    L’espressione adeguata nella lettura orale - L’arte di leggere correttamente e con enfasi è di gran valore. Non importa quanta conoscenza avete acquisito in altri rami, se avete trascurato di coltivare la voce in modo da poter parlare e leggere in modo corretto e in forma intelligibile, tutta questa conoscenza avrà poco profitto, perché senza un’adeguata cultura vocale non è possibile comunicare in modo chiaro ciò che avete imparato.VLC 135.4

    Imparare a comunicare in modo convincente e commovente ciò che si sa, ha un valore speciale per quelli che vogliono diventare operai nella causa di Dio. Quanta più espressione mettete nelle parole di Verità, tanto più efficaci saranno queste parole per quelli che vi ascoltano. Una corretta presentazione delle Verità del Signore è degna dei nostri sforzi più intensi. Che gli studenti che si preparano per il servizio del Maestro, compiano sforzi decisi affinché quando conversano con altri riguardo la Verità, o quando si dedicano al ministero pubblico, possano presentare appropriatamente le Verità di origine celeste. - Ev 666VLC 135.5

    La nitidezza in ogni parola - Pronunciate ogni parola in modo completo, ogni preghiera in modo chiaro e distinto, fino all’ultima parola. Molte persone abbassano il tono della voce quando concludono la preghiera; parlando in modo così intelligibile distruggono il senso del pensiero. Le parole degne d’essere dette, si devono dire con voce chiara e distinta, con enfasi ed espressione. - Testimonies for the Church, vol. 6, p. 383VLC 136.1

    Le voci degli angeli si uniscono con le voci umane - Che le voci dei seguaci di Cristo siano educate in modo tale che anziché affrettare e sovrapporre le parole, la loro locuzione sia chiara, energica e edificante. Non lasciate cadere la voce dopo ogni parola, ma mantenetela uguale, affinché ogni frase sia piena e completa. Non varrà la pena disciplinarci e aumentare l’interesse per il servizio a Dio e edificare i suoi figli? La voce di ringraziamento, di lode e gioia, si ode nel cielo. Le voci degli angeli in cielo si uniscono con le voci dei figli di Dio sulla terra, attribuendo onore, gloria e lode a Dio e all’Agnello, per la grande salvezza offerta. - Counsels to Parents, Teachers, and Students, 246VLC 136.2

    Gesti inconvenienti e il linguaggio rozzo - L’operaio di Dio dovrebbe fare seri sforzi per diventare un rappresentante di Cristo, eliminando tutti i gesti sconvenienti e il linguaggio rozzo. Deve sforzarsi di usare un linguaggio corretto. C’è una classe di persone che neglige nel loro modo di parlare, ma con un attento impegno possono diventare i rappresentanti della Verità. Ogni giorno dovrebbero fare progressi. Non si dovrebbe sminuire la propria utilità e influenza nel coltivare difetti nel comportamento, nel tono o nel linguaggio. Le espressioni comuni e triviali, si devono rimpiazzare con parole corrette e pure. Con una vigilanza costante e una disciplina fervente, i giovani cristiani possono preservare il loro linguaggio dal male e le loro labbra dal pronunciare inganni.VLC 136.3

    Dobbiamo stare attenti a non pronunciare le nostre parole in modo scorretto. Tra noi, ci sono persone, che in teoria sanno come evitare l’uso del linguaggio scorretto, ma in pratica commettono frequenti errori. - Counsels to Parents, Teachers, and Students, 238VLC 136.4

    L’aiuto dello Spirito nella nitidezza del parlare - Il maestro della Verità deve tenere conto di come presentare la Verità. Ogni parola da lui pronunciata deve essere distinta e chiara; questa intensa convinzione porterà la convinzione nei cuori. Se si parla in modo affrettato, l’attenzione degli ascoltatori sarà compromessa. Il talento della parola deve essere coltivato affinché la Verità sia detta senza eccitazione, lentamente e distintamente, in modo che neppure una sillaba possa perdersi. La rapidità nel discorso può e deve essere corretta.VLC 137.1

    È necessario evitare discorsi rapidi, specialmente quando la Verità tocca punti molto importanti. La guida dello Spirito non conduce mai alla mancanza di nitidezza nel parlare. Lo Spirito presenta al popolo le cose di Dio attraverso lo strumento umano. Che le parole escano dalle nostre labbra nel modo più perfetto possibile. - The Southern Work, October 27, 1903VLC 137.2

    Le nostre parole sono un canale per comunicare la Verità - Dobbiamo ricevere quell’educazione essenziale in linea con la conversazione, per poter pronunciare le parole corrette e usare un tono adeguato, affinché le nostre parole siano una forza per il bene. La Verità non è verità in noi, a meno che non sia introdotta nelle camere profonde dell’anima. Fatto questo, le nostre parole diventeranno un canale attraverso il quale la Verità è comunicata agli altri. Seminate il seme vicino a tutte le acque, senza sapere quale prospererà, se questo o quello. Tuttavia educate costantemente come utilizzare correttamente la facoltà della parola. Quando parlate con gli altri, elevate il vostro cuore a Dio pregando che Egli possa preparare i cuori a ricevere il seme celeste. Non c’è uomo o donna che possa diventare collaboratore di Dio per propagare la verità, senza fare sforzi ferventi e coscienziosi, riguardo all’educazione della voce e della parola. - Manuscript 74, 1897VLC 137.3

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents