Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Servizio cristiano

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 19: L'opera in favore degli stranieri che vivono nel nostro paese

    Fare del bene agli immigrati

    Fratelli miei e sorelle mie, svegliatevi! Operate in quei territori americani ancora vergini. Dopo aver donato qualcosa per le missioni estere, non pensate che il vostro dovere sia finito; c'è un'opera che deve proseguir nei paesi lontani, una altrettanto importante che deve avanzare qui in America, nelle cui città abitano persone di ogni lingua. Esse hanno bisogno della luce che Dio ha affidato alla sua chiesa. — Testimonies for the Church 8:36 (1904).SC 164.1

    Se da un lato vengono realizzati progetti per portare la conoscenza agli abitanti di molte nazioni lontane, molto di più occorre fare a favore degli stranieri approdati sulle nostre sponde. Le persone che vivono in Cina non sono più preziose dei cinesi che vivono accanto a noi. Il popolo di Dio è chiamato a lavorare fedelmente nei territori più lontani, nella misura in cui la sua provvidenza può aprire la strada; deve però altresì adempiere al proprio dovere nei confronti degli stranieri di varie nazionalità che popolano le nostre città, i nostri paesi e le nostre campagne. — The Review and Herald, 25 luglio 1918.SC 164.2

    A New York, Chicago e in altre grandi città vivono moltissimi immigrati, decine di migliaia di persone appartenenti a diverse nazionalità che praticamente non conoscono il messaggio della fine. In seno agli avventisti regna un grande entusiasmo per i territori oltreoceano, e non sto dicendo che sia esagerato; ma sarebbe cosa gradita a Dio se un fervore di pari intensità si manifestasse per l'evangelizzazione dei nostri centri urbani. Il suo popolo deve muoversi con saggezza e darsi da fare con molta sollecitudine per realizzare quest'opera in questi agglomerati urbani, nei quali occorre mandare uomini consacrati e di provato talento. Molti membri di qualsiasi estrazione dovranno unirsi per dare il loro contributo a queste campagne evangelistiche. — The Review and Herald, 25 luglio 1918.SC 164.3

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents