Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    “Non avere altri dei al mio cospetto”

    Granville, Australia, settembre 1895.TMGI 270.1

    Non trovo riposo per l’anima mia. Scena dopo scena si presentava in simboli davanti a me, e io non trovavo riposo finché non iniziai a scrivere ciò che vedevo. Nel centro dell’opera le cose sono improntate in tal modo che ogni altra istituzione segue la stessa condotta. E la stessa Conferenza Generale si sta corrompendo con sentimenti e principi sbagliati. * (pagina 359) TMGI 270.2

    Nella programmazione di piani, si manifestano gli stessi principi che hanno governato Battle Creek per un certo tempo. Mi è stato mostrato che la nazione ebraica non arrivò subito alla sua condizione di pensiero e pratica. Di generazione in generazione stava agendo sulla base di teorie false applicando principi opposti alla verità, e con la loro religione mescolavano i piani che erano il prodotto di menti umane. I piani umani erano considerati il massimo .TMGI 270.3

    I sacri principi che Dio ci ha dato, sono rappresentati dal fuoco sacro, ma purtroppo invece di usare questo sacro fuoco, l’uomo utilizza il fuoco comune. In un modo subdolo si sono introdotti dei piani contrari alla Verità e alla giustizia divina, con la scusa che questi piani devono essere realizzati per l’avanzamento della causa del Signore. Ma sono piani umani che portano oppressione, ingiustizia e malvagità. La causa di Dio è libera da ogni macchia d’ingiustizia. Non si può ottenere alcun vantaggio spogliando i membri della famiglia di Dio, della loro individualità e dei loro diritti. Tutte queste pratiche sono un abominio per il Signore. Egli non ispira quei procedimenti che sono stati approvati nei vostri concili riguardo alla pubblicazione di libri.TMGI 270.4

    Special Testimonies to Ministers and workers, (Serie A, nr. 9. 1897) pp. 16-21TMGI 270.5

    Il Signore non accetta tali propositi; e la prosperità non può far parte di esse. Gli uomini relazionati all’opera di Dio hanno operato ingiustamente, ed è giunta l’ora di dire basta. Insegnate alla gente ad accettare i principi basati sui dieci comandamenti, non ignorate questi principi nelle transazioni commerciali. Sono state accettate false proposte come se fossero vere e giuste, e tutto viene manovrato in modo tale da eseguire questi propositi, anche se non sono in accordo con la volontà di Dio, ma sono una falsa rappresentazione del suo carattere.TMGI 270.6

    Il Dio grande, santo e misericordioso non sarà mai d’accordo con pratiche disoneste, né un solo tocco d’ingiustizia verrà da Lui rivendicata. Gli uomini hanno approfittato di quelli che supponevano fossero sotto la sua giurisdizione. Erano determinati a portare gli individui dalla loro parte, volevano governare ad ogni costo. A questo riguardo non ci sarà nessun cambiamento fino a quando non sarà ripristinato l’ordine delle cose.TMGI 270.7

    In nessuna delle nostre istituzioni, dovranno essere adottati dei piani che sottomettano la mente o il talento al controllo del giudizio umano, perché tutto questo non è in accordo col piano di Dio. Il Signore ha dato agli uomini dei talenti che appartengono solo a Lui, e non si può infliggere disonore più grande verso Dio di quello che gli esseri limitati collochino i talenti di altri uomini sotto il loro assoluto controllo, anche quando i benefici che si ottengono siano usati per l’avanzamento della causa. In una simile situazione, la mente di un uomo governa la mente di un altro uomo, e lo strumento umano è separato da Dio ed è esposto alla tentazione. I metodi di Satana tendono a un solo fine: rendere gli uomini schiavi d’altri uomini, e quando questo accade, il risultato è confusione e diffidenza, gelosie e cattivi sospetti. Una condotta simile distrugge la fede in Dio e nei principi che devono sussistere per eliminare l’inganno e ogni specie di egoismo e ipocrisia.TMGI 271.1

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents