Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Sulle orme del gran medico

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    L’etica degli affari

    La Parola di Dio non accetta una politica che arricchisca una classe tramite l’oppressione e le sofferenze di un’altra. In ogni nostra transazione commerciale ci propone di metterci al posto di colui con cui stiamo trattando, a non pensare semplicemente al nostro interesse ma anche a quello dell’altro. Chi si serve delle difficoltà altrui per trarne vantaggio e cerca di approfittare della debolezza o dell’incompetenza di un altro, trasgredisce i principi e gli insegnamenti della Parola di Dio. “Non calpesterai il diritto dello straniero o dell’orfano e non prenderai in pegno la veste della vedova”. Deuteronomio 24:17. “Quando presterai qualche cosa al tuo prossimo, non entrerai in casa sua per prendere il suo pegno; te ne starai fuori e l’uomo a cui avrai fatto il prestito, ti porterà il pegno fuori.OGM 100.1

    Se quell’uomo è povero, non ti coricherai avendo ancora il suo pegno”. Deuteronomio 24:10-12. “Se prendi in pegno il vestito del tuo prossimo, glielo restituirai prima che tramonti il sole; perché esso è l’unica sua coperta, è la veste con cui si avvolge il corpo. Con che dormirebbe? E se egli grida a me, io lo udirò; perché sono misericordioso”. Esodo 22:26, 27. “Se vendete qualcosa al vostro prossimo o se comprate qualcosa da lui, nessuno inganni il suo prossimo”. Levitico 25:14.OGM 100.2

    “Non commettete ingiustizie nei giudizi, né con le misure di lunghezza, né con i pesi, né con le misure di capacità”. Levitico 19:35. “Non avrai nella tua borsa due pesi, uno grande e uno piccolo. Non avrai in casa due misure, una grande e una piccola”. Deuteronomio 25:13, 14. “Avrete bilance giuste, pesi giusti, efa giusto, hin giusto...” Levitico 19:36. “Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera un prestito da te, non voltar le spalle”. Matteo 5:42. “L’empio prende in prestito e non restituisce; ma il giusto ha pietà e dona”. Salmi 37:21.OGM 100.3

    “Consigliaci, fa’ giustizia! In pieno mezzogiorno, stendi su di noi l’ombra tua densa come la notte, nascondi gli esuli, non tradire i fuggiaschi; lascia abitare presso di te gli esuli... sii tu per loro un rifugio contro il devastatore!...” Isaia 16:3, 4.OGM 100.4

    Il piano di Dio per Israele doveva rappresentare un insegnamento per tutta l’umanità. Come sarebbe diversa la nostra società se questi principi venissero applicati anche oggi. Nelle ampie distese del creato c’è abbastanza spazio perché i sofferenti e i poveri trovino una casa. La natura offre risorse sufficienti per assicurare loro il nutrimento. Nella profondità della terra vi sono tesori per tutti coloro che hanno il coraggio, la volontà e la perseveranza di attingervi.OGM 101.1

    La coltivazione del suolo, l’occupazione affidata da Dio all’uomo nell’Eden, offre a migliaia di persone la possibilità di assicurarsi il sostentamento. “Confida nel Signore e fa’ il bene; abita il paese e pratica la fedeltà”. Salmi 37:3.OGM 101.2

    Migliaia di persone che affollano le città, aspettando l’occasione di guadagnarsi qualcosa, potrebbero trovare lavoro coltivando la terra. Spesso i miseri guadagni non vengono neanche spesi per acquistare del pane ma finiscono nelle tasche di chi vende liquori che distruggono il corpo e lo spirito.OGM 101.3

    Molti considerano il lavoro come un impegno insopportabile e cercano di procurarsi il necessario senza fare sacrifici, piuttosto che tramite un’onesta fatica. Il desiderio di vivere senza lavorare è il presupposto della miseria, del vizio e della violenza senza limiti.OGM 101.4

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents