Loading...
Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 2

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "undefined".
  • Weighted Relevancy
  • Content Sequence
  • Relevancy
  • Earliest First
  • Latest First
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Lavoro generoso in favore degli altri

    Quanti in quest’opera sono stati fiacchi considerino il loro dovere alla luce del grande comandamento: “Tu amerai il prossimo tuo come te stesso”. Matteo 19:19. Questo obbligo riposa su tutti. A tutti è chiesto di darsi da fare per diminuire i mali e accrescere le benedizioni dei loro simili. Se siamo forti nel resistere alla tentazione, siamo maggiormente obbligati a porgere aiuto a quanti sono deboli e stanno per cedere. Se abbiamo la conoscenza, dovremmo istruire gli ignoranti; se Dio ci ha benedetti con i beni di questo mondo, è nostro dovere aiutare i poveri. Tutti quelli che si trovano nella nostra sfera d’azione, partecipano di ogni cosa eccellente che noi possiamo avere. Nessuno dovrebbe accontentarsi di nutrirsi del pane della vita senza farne parte a coloro che gli stanno intorno.TT2 169.1

    Vivono per Cristo e onorano il suo nome solo quelli che sono fedeli al loro Maestro nel cercare di salvare ciò che è perduto. La vera pietà rivelerà per certo l’ardente anelito e l’intenso lavoro del Salvatore crocifisso verso coloro per i quali Egli morì. Se i nostri cuori sono inteneriti e impregnati della grazia di Cristo, animati dal sentimento della bontà e dell’amore di Dio, vi sarà una naturale effusione di amore, di simpatia e di tenerezza verso gli altri. La verità esemplificata nella vita eserciterà il suo potere simile a lievito nascosto, su tutti coloro con i quali entra in contatto.TT2 169.2

    Dio ha disposto che per crescere nella grazia e nella conoscenza di Cristo gli uomini debbono imitare il suo esempio e lavorare come Egli lavorò. Spesso ci vorrà una vera e propria lotta per riuscire a dominare i sentimenti e per astenerci dal parlare in modo da scoraggiare quanti lottano contro la tentazione. Una vita di preghiera e di lode quotidiane, una vita che diffonde luce sul sentiero altrui, non può essere vissuta senza un costante impegno. Tale impegno, però, darà i suoi frutti preziosi, beneficando non solo chi riceve, ma anche chi dà.TT2 169.3

    Lo spirito di altruistico lavoro in favore degli altri conferisce al carattere saldezza, stabilità, amabilità cristiana, oltre ad assicurare pace e gioia a chi possiede queste doti. Le aspirazioni sono elevate; non c’è posto per l’inerzia e l’egoismo. Quelli che esercitano le grazie cristiane si svilupperanno, possederanno muscolatura e vigore, saranno forti per lavorare al servizio di Dio. Avranno una chiara percezione spirituale, una fede salda, crescente e una forza vittoriosa nella preghiera. Quelli che vigilano sulle anime, che si consacrano appieno alla salvezza degli erranti, si adoperano sicuramente alla propria salvezza.TT2 169.4

    Ma quanto è stata trascurata quest’opera! Se i pensieri e gli affetti fossero interamente rivolti a Dio, pensate voi che le anime immerse nell’errore, esposte alle tentazioni di Satana sarebbero state abbandonate con tanta noncuranza e con tanta insensibilità come, purtroppo, è accaduto? Non sarebbero stati fatti degli sforzi maggiori, nell’amore e nella semplicità di Cristo, per salvare questi poveri erranti? Tutti quelli che sono veramente consacrati a Dio si impegneranno con più intenso zelo nell’opera per la quale Dio ha agito al massimo e ha compiuto un così immenso sacrificio: l’opera della salvezza delle anime. Questa è l’opera speciale che deve essere tenuta nella massima considerazione, sostenuta e che mai deve languire.TT2 169.5

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents